Privacy Policy NUOVO ALLARME, ARRIVA LA ZANZARA GIAPPONESE – I Fatti Siracusa

NUOVO ALLARME, ARRIVA LA ZANZARA GIAPPONESE

Rep: In Italia è allarme zanzara giapponese. Dopo quella tigre (Aedes albopictus) e quella coreana (Aedes koreicus) è stata trovata un’altra specie esotica in alcune regioni del nostro paese specialmente in Friuli Venezia Giulia. Un insetto molesto che punge anche di giorno e che sopravvive a basse temperature. Ma non è tutto, questa zanzara trasmette anche malattie gravi. “La sua biologia è simile alle altre due specie di Aedes: diurna, molesta, punge l’uomo e depone uova resistenti al freddo invernale; infatti, è presente in paesi europei dal clima ben più rigido di quello italiano, come Svizzera, Germania, Austria, Slovenia e Ungheria. Con queste premesse, si può ipotizzare una possibile espansione in altre aree del nord Italia. È un potenziale vettore di encefalite giapponese, può trasmettere alcune malattie come Dengue, Chikungunya e forse potrebbe entrare nel ciclo epidemiologico di West Nile”. Difficile riconoscerla, essa viene descritta come simile alla zanzara tigre ma generalmente di dimensioni maggiori. Individuate per la prima volta nel Friuli Venezia Giulia in una zona a confine con l’Austria nel 2015, la zanzara giapponese ha dimostrato di adattarsi molto bene agli ambienti cittadini diffondendosi rapidamente in tutta la Regione. Essa è considerata la terza specie più invasiva tra le zanzare ed è nella top 100 delle specie più invasive del mondo. Presto potrebbe arrivare in tutta Italia.

        Salvatore Battaglia

Presidente dell’Accademia delle Prefi