Privacy Policy Cinema di Frontiera di Marzamemi, che sia opportunità per tutti i commercianti – I Fatti Siracusa

Cinema di Frontiera di Marzamemi, che sia opportunità per tutti i commercianti

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI FRONTIERA, CONFARTIGIANATO CHIEDE UN TAVOLO
DI CONFRONTO AL SINDACO PER INDIVIDUARE ALTRE LOCATION OLTRE PIAZZA REGINA MARGHERITA
IL PRESIDENTE LA PORTA SI FA PORTAVOCE DELLE ISTANZE DI MOLTI COMMERCIANTI CHE RESTANO FUORI DAL FLUSSO DEI VISITATORI CHE A MIGLIAIA AFFOLLANO LA RASSEGNA FINANZIATA CON FONDI PUBBLICI

Siracusa, 25 febbraio 2017 – Individure alcune location della prossima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Frontiera al di fuori della Piazza Regina Margherita per dare ossigeno anche agli operatori di Marzamemi e Pachino che si trovano decentrati rispetto al luogo tradizionalmente destinato a questa manifestazione. La proposta arriva da alcuni commercianti ed artigiani del comune della zona sud che restano fuori dal flusso dei visitatori che a migliaia affollano ogni anno la nota kermesse ed è stata fatta propria dal presidente di Confartigianato Imprese di Siracusa, Daniele La Porta.
“Il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera di Marzamemi è l’unica manifestazione estiva realizzata in gran parte con finanziamenti pubblici – ricorda La Porta – ed è pertanto auspicabile che possa diventare volano di opportunità per un numero sempre maggiore di operatori economici”.
Facendosi portavoce degli interesse di molte aziende, Confartigianato chiede dunque che l’edizione 2017 della grande rassegna cinematrografica sia pensata in maniera più collegiale e propositiva nei confronti di tutto il territorio pachinese, prevedendo inziative collaterali in altre zone di Marzamemi come Viale Starrabba, e di Pachino, come Piazza Vittorio Emanuele.
“Considerata la difficile situazione economica delle realtà produttive – conclude Daniele La Porta – Confartigianato chiede al Sindaco di Pachino di valutare l’opportunità di sedersi ad un tavolo di confronto per trovare una soluzione che possa venire incontro alle richieste dei commercianti di tutto il territorio”.