MARINA DI PRIOLO E’ UN LETAMAIO, GIANNI E BIAMONTE SVEGLIATEVI

Caro sindaco Gianni e caro presidente Biamonte, le feste sono finite ed è tempo di tornare a fare i buoni amministratori. La spazzatura all’ingresso di Marina di Priolo è onnicomprensiva, riguarda i mesi di novembre e dicembre del 2019 e questo inizio del 2020. Tutto attorno ci sono almeno un’altra decina di minidiscariche. Ci sono capannoni abbandonati con muri di recinzione sfondati e quindi altra spazzatura, tanta spazzatura e copertoni, inerti e chi più ne ha più ne metta. Stamattina erano in tanti che sfruttando la magnifica giornata di sole e una temperatura mite hanno deciso di fare footing, ma le difficoltà a Marina di Priolo sono immense, non si può più correre sui marciapiedi che sono stati ricoperti per intero da erbacce ed anche quelle piante sul mare sono secche, circondate anch’esse da erbacce, insomma Marina di Priolo è in abbandono. Caro sindaco Gianni e caro presidente Biamonte vedete di fare qualcosa, non solo concerti, teatro, clown e ballerine, oggi è prioritaria la buona amministrazione. Potremmo dire che siamo all’ennesima segnalazione, ma non serve. Siamo certi che Gianni e Biamonte oggi si sveglieranno dal torpore festivo o almeno lo speriamo.

Antonio Saracino