Privacy Policy GIUSEPPE PATTI: LA BATTAGLIA CONTRO I BROGLI ELETTORALI E' PER LA TUTELA DELLA DEMOCRAZIA – I Fatti Siracusa

GIUSEPPE PATTI: LA BATTAGLIA CONTRO I BROGLI ELETTORALI E’ PER LA TUTELA DELLA DEMOCRAZIA

Peppe Patti, qual è il tuo pensiero sulla vicenda dei brogli e sulla sospensiva cga?

Mi sembra abbastanza chiaro che i brogli ci sono stati, lo dice la Prefettura e lo ha certificato il TAR. Il CGA ha posto il merito all’8 aprile, era logico che con una data così vicina lasciasse il sindaco al suo posto.

Con brogli evidenti e certificati anche dalla sentenza Tar sono già passati due anni..

Come per le Firme False anche la denuncia sui Brogli Elettorali è una  battaglia per la Democrazia. Noi che crediamo alla Politica con la P maiuscola e che debba essere servizio e missione per far crescere la comunità in cui viviamo poco importa il dato giudiziario, conta il dato etico e morale. Alle ultime amministrative non ci sono state firme false, alle prossime non ci saranno brogli, abbiamo raggiunto un risultato per la tutela della Democrazia.

Perché Italia non si dimette? Lo dovrebbe fare per una mezza dozzina di motivi..

Italia dovrebbe dimettersi per l’incapacità di amministrare sua e della sua attuale squadra. Inutile ripetere gli errori amministrativi in quanto la lista si aggiorna in tempo reale, direi che gli strafalcioni su Cartelle Pazze e Bosco delle Troiane superano ogni possibile fantasia.

Maura Fontana anche se provvisoriamente è assessore all’urbanistica

È il segno che ci sono ancora appetiti sul territorio. Direi che in un epoca in cui il consumo di suolo è uno degli argomenti per uno sviluppo sostenibile la scelta è alquanto inadeguata.

L’assessora Furnari ha querelato il mio giornale sui loculi che vogliono fare pagare due volte

Quella dei loculi è una vicenda triste. L’amministrazione ha scoperto il suo vero volto, debole con i forti e forte con i deboli. Inoltre i casi di compravendita di cappelle dimostrano in che stato pietoso versa la gestione del nostro cimitero.

Giunge notizia che avresti preso la tessera del Pd

È una scelta molto ponderata. In Italia non esiste più un partito ambientalista. Il PD sta dimostrando di sposare con convinzione le tematiche ambientali,  penso sia il caso di continuare ad impegnarsi in prima persona.

Magari con Garozzo e Italia nel Pd avresti evitato..

Diciamo che si sono fatti fuori da soli. Sono due corpi esterni alla sinistra progressista. Ora il PD anche a Siracusa può tornare a parlare alle periferie e non solo ai salotti buoni della città.

Lega e Grillini a Siracusa. Stato di salute?

Guardo con compassione agli elettori siciliani della Lega hanno poca memoria e in politica la memoria è fondamentale. I Grillini sono una realtà dinamica stanno crescendo politicamente riescono a stabilire un dialogo spesso costruttivo, avere una competizione interna spesso aiuta.

Teatro comunale di nuovo chiuso?

Vittima della propaganda del sindaco. Mi provoca profonda tristezza perché da il senso di quanta poca attenzione e considerazione questa amministrazione ha per la cultura.

Confindustria dice che nella zona industriale va male perché i social cattivi hanno fatto una cattiva pubblicità..

A Davos il presidente Donald Trump ha detto che “gli ambientalisti sono dei catastrofisti” noi qui ce lo sentiamo dire da almeno un decennio, ma i cambiamenti climatici purtroppo sono una realtà, i morti di tumore anche, per fortuna è una realtà anche il Green New Deal fortemente voluto dal commissario europeo  all’economia Gentiloni, perché investimenti green sono necessari e creano molti posti di lavoro e questo noi ambientalisti lo diciamo da almeno un decennio. Confindustria a Siracusa sta facendo tanti passi avanti nel dialogo con chi vuole realmente la tutela dell’ambiente deve fare anche un po’ di autocritica così come gli ha chiesto il presidente Musumeci in una sua recente visita al CIAPI.