Privacy Policy BRUNO ALICATA: PERSO IL POTERE, ITALIA ED EPIGONI MORSI DALLA TARANTOLA – I Fatti Siracusa

BRUNO ALICATA: PERSO IL POTERE, ITALIA ED EPIGONI MORSI DALLA TARANTOLA

Rep: Incredibile! A sentenza ancora calda, sembrano essere stati morsi dalla tarantola. Il Sindaco Italia ed epigoni vari, di varia natura ed estrazione, cercano, il primo, di sminuire la gravità dell’affaire, sostenendo che, in fondo, le irregolarità gravi riguardano poche sezioni e pochi elettori, circa 8 mila(!), cioè quasi i voti (10 mila) dallo stesso Italia presi al primo turno. I secondi, gli epigoni, a cui sono saltate, in alcuni casi, poltrone e prebende, invece preferiscono buttarla da subito in caciara, per distogliere l’attenzione dai gravi fatti verificatisi e sentenziati dal Tar, oltre che dai limiti amministrativi palesati in un anno e mezzo di Governo della città. Non trovano, quindi, di meglio che attaccare le forze di opposizione, come usa oggigiorno la moda sardiniana, colpevoli di avere vinto un ricorso, nella persona di Paolo Reale, in cui si chiedeva il ripristino della  legalità e della democrazia. Le gravi irregolarità risultano certificate da un Tribunale, il quale, dopo diciotto lunghi mesi, ahinoi,  ha stabilito ciò che sembrava chiaro, per la verità, sin da subito. E gravi sarebbero rimaste, quand’anche avessero riguardato  decine o centinaia di elettori, od anche uno solo! Per essere più chiari, dallo scorso venerdì sera, una sentenza ha stabilito che Sindaco e Giunta sono, al momento, illegittimi perché all’epoca del voto in 9 sezioni per un totale di circa 8 mila elettori, da non confondere con i 4 mila votanti, qualcuno per ignoranza, malafede, sbadataggine, cialtroneria, impostura, ha commesso colpevolmente delle gravi irregolarità. Se con dolo, lo stabilirà la Procura, cui gli atti sono stati trasmessi. Per cui, se ne facciano una ragione, Italia & Company, non è colpa dell’opposizione se un Tribunale per i motivi su spiegati ha annullato la proclamazione di Sindaco e Consiglio comunale; non è colpa dell’opposizione se, pertanto, arriverà un Commissario regionale a governare la città per il tempo necessario. Si tratterà certamente di un bravo dirigente regionale che agirà cum grano salis, portando a compimento le lodevoli, ove tali, iniziative della Giunta, cercando magari di migliorare l’immagine della città con belle e originali mostre Caraveggesche, o personali di pittura, con l’esposizione di quadri possibilmente con firma autografa  dell’autore. Chissà, magari potrà meglio risolvere il problema dei rifiuti che ancora attanaglia i cittadini. Auguriamo pertanto buon lavoro al Commissario che verrà ed agli “illegittimi” per il momento, di raccogliere l’invito del prof. Salvo Adorno a non inquinare il clima con veleni ed esalazioni tossiche, di cui non si avverte proprio il bisogno, a prescindere dalla giovane e famosa Greta e dai gretini, sempre di moda.              

Bruno Alicata

Comm. prov. F. I.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com