ITALGAROZZO DISTRUGGE SIRACUSA E CONTINUA CON L’ARIA FRITTA

Ma allora siete ambientalisti d’accatto? I sinistri locali con Lega Ambiente hanno fatto sempre politica e alleanze contro la destra. Una volta che sono loro a dover rispettare le regole cosa fanno?  Per due anni di seguito non rispondono al questionario di Lega Ambiente. Il risultato è che Siracusa è penultima in Italia nella classifica delle città sostenibili. Non è che se avesse risposto la situazione sarebbe cambiata in meglio, sempre fra 99 e 102esima posizione avrebbe galleggiato. Ma chi non ha risposto questo lo sapeva e quindi probabilmente ha scelto scientemente di non rispondere: una cazzata! Chi non risponde infatti fa pensare le peggio cose, che poi è quello che sta succedendo.

E Italgarozzo cosa ha risposto a Lega Ambiente che lo accusa di aver taciuto sulle domande rivolte? Tace Italgarozzo, non risponde, d’altra parte che quarzo dovrebbe rispondere? Beccato con la mani sulla marmellata.

Anzi come sempre in questi casi cerca di spostare l’attenzione. Ecco come:

Comunicato numero mille sulla Cattedrale e sul Video Mapping. Comunicato numero tremila sulle aste dei beni comunali a cui non partecipa mai nessuno, chissà perché. Andrà a finire a trattativa privata, pensano in- tanti. Comunicato numero 200 sulla viabilità nel giorno dei Defunti (a proposito via Ascari è una porcheria e il sottopasso, ne è stato aperto solo uno, ha meno di 100 grammi di asfalto, una vera cialtroneria dopo decine di annunci di assessori vari. C’è il Sup Race, evviva il sup race, ma chi quarzo se ne fotte del sup race. Ancora 50mo annuncio della conferenza stampa sul servizio di raccolta mentre basterebbe pulire sul serio la città, fare gare non annullate e gestire in maniera trasparente e non con assunzioni e mancate repliche il servizio di raccolta. Le buone pratiche di Erasmus e poi il consigliere Mangiafico che dove aver parlato del parco giochi mentre Siracusa sprofondava oggi, pentito, scrive di alluvioni, in ritardo e non credibile. I servizi informatici dove è in corso un dramma con possibili licenziamenti, l’Active all’Urban Center e bla bla bla.

Niente di serio e niente di concreto. L’attività amministrativa è ridotta al nulla cosmico. Italgarozzo però dà contributi illegali alle associazioni amiche, va a Roma dal compagno ministro per fare il suo nome preferito per sostituire Mariarita Sgarlata così come è andato altre volte a Roma per difendere posizioni contro la Destra. Insomma, fa l’esatto contrario di quello che dovrebbe fare un sindaco, gioca al politico che conta e se fotte della città. Non si indigna nemmeno per aver portato Siracusa ad essere l’ultima d’Italia (quando si dice il gioco di parole).