Privacy Policy CESARE POLITI: SIRACUSA E' TERRITORIO DI CONQUISTA, CI MANCA LA SPINA DORSALE – I Fatti Siracusa

CESARE POLITI: SIRACUSA E’ TERRITORIO DI CONQUISTA, CI MANCA LA SPINA DORSALE

Cesare Politi, ballottaggio fra Reale e Italia-Garozzo. Il tuo parere?

Visti i risultati al primo turno, non dovrebbe esserci storia. Con le giuste alleanze si eviterebbero le delusioni delle precedenti comunali siracusane. Reale e le sue liste rappresentano la rinascita di Siracusa, Italia-Garozzo hanno già dato. Salvo sorprese dalle segrete stanze.

Il teatro comunale è stato aperto ma..

Mah !… e cam’amaffari ! Attendiamo il miracolo !

Lo stato di salute del teatro a Siracusa?

Credo che dall’agonia di questi ultimi vent’anni, si sia arrivati all’estrema unzione.

Gli artisti siracusani della cosiddetta vecchia guardia sempre più lontani dagli spettacoli classici. Perché?

Di solito è la regola. A parte il periodo eccezionale della gestione Monaco (Buonanima ).  La realtà è che noi attori aretusei non “recitiamo”, “interpretiamo”. Questo potrebbe creare scompensi con gli “attori” e “registi” preferiti stagionalmente dalla linea Politica e INDA.            Al momento resta sempre una scelta politicizzata indirizzata a penalizzare economicamente e artisticamente lo sviluppo del territorio siracusano. In compenso abbiamo grandi “interpreti” in politica.

Qualcuno obietta che c’è dovunque Sebastiano Lo Monaco

Lui è l’eccezione alla regola! Chi sa perché ?

Alle Comunali i grillini hanno perso più di quaranta punti in percentuale rispetto alle Politiche..

E’ tutta questione di testa. La politica è una brutta bestia. Se non si è dei bravi e attenti domatori, si rischia di venire sbranati.

Da oggi si lamenteranno di più quelli che poi non sono andati nemmeno a votare, fenomeno siracusano?

Un classico del lassismo siracusano.

Non ci sono più i siracusani di una volta? E’ vero o è solo una battuta nostalgica?

Purtroppo è una drammatica realtà voluta dagli stessi figli del “c’era una volta”. D’altronde, chi non conosce non sa e chi sa e non fa fare, vuol dire che teme il confronto con il passato. Se consideriamo che il passato è la chiave per il futuro, è detto tutto.

Alcuni candidati sindaco non erano nemmeno siracusani..

Siracusa, terra di conquista e con un popolo in maggioranza di senza spina dorsale. Siracusa è l’unica città siciliana senza identità caratteriale.

Estate 2018, sarà una bella estate anche a Siracusa?

Tutto dipenderà dal ballottaggio. Ho nostalgia del bello, della cultura e della professionalità siracusana.  Mi piacerebbe rivivere le atmosfere del  “ Teatro in Piazza”, fatto come lo si organizzava una volta. Esistono progetti di grande respiro turistico e culturale. Purtroppo alquanto difficili da realizzare, come si è già visto, con le “teste politiche individualiste” germogliate negli ultimi decenni.