Privacy Policy CONCLUSO A PALAZZOLO ACREIDE IL CARNEVALE 2018 IN ECONOMIA – I Fatti Siracusa

CONCLUSO A PALAZZOLO ACREIDE IL CARNEVALE 2018 IN ECONOMIA

Rep: Con l’esibizione all’interno del tradizionale veglione in Piazza del Popolo del gruppo dei “Sud Sound System” si è conclusa ieri sera l’edizione 2018 del Carnevale di Palazzolo, caratterizzata quest’anno dalla riscoperta dei sapori della gastronomia locale e con la realizzazione di iniziative a misura di famiglia, per far riscoprire le antiche tradizioni di questa manifestazione. La band dei “Sud Sound System” ha riscaldato con i suoi ritmi mediterranei il numeroso pubblico presente, mentre durante il pomeriggio si è svolta la sfilata dei gruppi in maschera per il paese. Nel quartiere di San Paolo il tradizionale appuntamento con la “Sagra dei cavati” a cura del Circolo San Paolo, manifestazione che si tiene ogni anno da tante edizioni e poi in piazza del Popolo all’interno del veglione il “Carnevale del gusto” con le degustazioni della salsiccia, dei cavati e delle prelibatezze della gastronomia locale, a cura della “Valentino Catering”, azienda selezionata dal Comune per i servizi connessi al Carnevale. Ed è stata un’edizione, quindi, dedicata alle eccellenze del gusto con i piatti tipici preparati in queste giornate, ma anche con il tradizionale appuntamento di domenica con “Choco clown” a cura della pasticceria “Corsino”, per gustare i dolci tipici tra musica e gioco; prelibatezze tipiche preparate anche dall’azienda di prodotti caseari “Tenuta Tagameli”. Divertimento e musica anche domenica con l’orchestra “La luna rossa” e il dj Albertino.
All’interno della sala dell’Ex Biblioteca comunale apprezzati i carri in miniatura, realizzati dai giovani artisti della cartapesta, che hanno dato vita a dei piccoli capolavori, segno che quest’arte si diffonde tra le generazioni di Palazzolo con ottimi risultati. E la commissione giudicatrice ha scelto i tre carri vincitori del concorso, premiando al primo posto il carro “La sfida” con un premio da 200 euro, al secondo “C’era una volta il Carnevale” con 150 euro e al terzo “M.S.C. Migranti serviti e contenti” con 100 euro.
“La manifestazione non può fare a meno della partecipazione dei vari soggetti operanti nella comunità – afferma l’amministrazione – nell’ambito ognuno delle proprie prerogative e competenze maturate nel tempo. Per tale motivo si auspica che per le successive edizioni ci sia una maggiore partecipazione di gruppi in maschera, magari organizzati in ambito scolastico o da associazioni che operano a vario titolo nel territorio e di carri allegorici secondo una rinnovata intesa con i vari cantieri basata su quelle che sono le possibilità economiche dell’ente e o su potenziali sponsor in grado di soddisfare i livelli elevati raggiunti e riconosciuti negli anni ai manufatti in cartapesta”.