Privacy Policy PRINCIOTTA SHOW: ITALIA ARROGANTE, PICCIONE SCARSO, RIZZA HA SBAGLIATO, MA C'E' UN SINDACO CHE FA PEGGIO – I Fatti Siracusa

PRINCIOTTA SHOW: ITALIA ARROGANTE, PICCIONE SCARSO, RIZZA HA SBAGLIATO, MA C’E’ UN SINDACO CHE FA PEGGIO

Simona Princiotta siamo nel 2018 e Garozzo  non si candida alle Nazionali

Non mi stupisce. Da anni sappiamo che la carriera politica di Garozzo sarebbe stata breve, per lui è già tanto essere arrivato a fine mandato.

Cosa pensa dell’assessore Francesco Italia?

E’ un uomo elegante, sempre vestito con gusto, grande investitore, arrogante e politicamente insignificante. Ha svenduto i beni più preziosi di Siracusa con una sfacciataggine disarmante. Se non fosse stato nominato non sarebbe stato eletto neanche al quartiere, anche se dopo Armaro tutto è possibile. Cosa aggiungere? Milano lo attende.

… e dell’assessore Piccione?

Passerà alla storia come il peggiore assessore di tutti i tempi, basta pensare al danno erariale per la ztl irregolare. Sta tentando di fare l’ultimo colpaccio regalando al “solito privato” , ex gestore delle strisce blu, che con un cambio societario ha lasciato un debito verso il comune di quasi 400mila euro, le strisce blu di piazzale delle poste. Ma la Princiotta è ancora viva quindi mi sembra improbabile che Piccione riesca nei suoi intenti. E’ l’unico assessore che invitato in commissione si è rifiutato di parlare della gestione pubblica per paura di essere registrato. Coda di paglia?

Tanti candidati sindaco. Chi vede bene?

Non sopporto che la maggior parte dei candidati a sindaco siano personaggi che hanno perso oppure che non hanno trovato spazio per candidarsi in altre competizioni. La mia città merita un candidato che la ami e che si candidi per passione e non per astinenza di poltrona.

C’è un po’ di confusione nella nuova sinistra. Lei doveva essere candidata alle Nazionali..

La nuova sinistra in questo momento non ha granché di nuovo, ma è una costola del Pd. Roberto Speranza rappresenta la vera speranza, ma se le intenzioni di aprire alla società civile, di rinnovare, rimarranno solo dei proclami, resterà un partitino anonimo di opposizione.

Non esistono uomini per tutte le stagioni, fino a quando la politica punterà a garantire solo gli uscenti in Italia non cambierà nulla. La politica non ha compreso che per i cittadini non contano più i colori ed i partiti, non esiste più la destra né la sinistra, esistono le persone perbene ed i politicanti accattoni che hanno fatto della politica un lavoro ben retribuito. Io ho lavorato molto in questi 5 anni per Siracusa è l’ho fatto senza alcun fine personale. Sarò candidata quando sarà utile farlo e quando ci saranno le condizioni necessarie. E lo sarò avendo accanto persone che condividono le mie idee ed il mio modo di lavorare per la comunità. Altrimenti non faccio fatica a tornare serenamente a fare la mamma e la lavoratrice dipendente, orgogliosa comunque di essermi spesa senza riserve più di molti politicanti siracusani che ancora tentano di nascondersi dietro un posto bloccato perché sanno di non potersi confrontare senza paracadute.

Tanti funzionari comunali rinviati a giudizio restano nelle funzioni per cui sono stati rinviati a giudizio

Ma se abbiamo ancora Garozzo come sindaco cosa potevamo aspettarci? Un sindaco indagato per reati gravissimi può puntare il dito verso i suoi stessi dirigenti?

Mimmo Contestabile contattato dai grillini per candidarsi all’uninominale

Non ci credo!!! Evidentemente non conoscono Contestabile. Anche i più distratti hanno notato l’appoggio sfacciato di Fm Italia all’amministrazione Garozzo. L’atteggiamento di censura di Contestabile non ha precedenti e se fosse un giornalista potrei dire che è assolutamente poco professionale. Ma lui è semplicemente lo speaker di Garozzo.

Alcuni consiglieri comunali dicono che lei non è più la Princiotta di una volta..

La Princiotta è e rimane la Princiotta. Forse non la conoscevano prima e hanno semplicemente imparato a non sottovalutarmi ed a rispettarmi come collega e soprattutto come donna. Perché per molti ancora le quote rosa servono solo a riempire le liste. In politica le donne debbono fare ancora tanta strada.

Costanza Castello stava per diventare assessore regionale

Costanza castello è una ragazza vivace e simpatica.

Cosa vuole dire all’ex sindaco di Priolo Antonello Rizza?

Non ho mai stimato Antonello Rizza, politicamente parlando. Personalmente gli auguro di risolvere i suoi problemi giudiziari, ma solo perché il mio pensiero va alla sua famiglia e in particolare ai suoi figli che pagano gli errori di chi invece avrebbe dovuto proteggerli. Ma gli uomini che assaporano il successo politico perdono spesso il contatto con la realtà e si esaltano fino a considerarsi onnipotenti.

Comunque io penso che anche qualche altro sindaco dovrebbe ravvedersi. Secondo me infatti, c è qualche sindaco, che adesso si trova sulla cresta dell’onda, che dovrebbe riflettere molto sul percorso di Antonello Rizza e facendo un paragone potrebbe anche scoprire che forse sta addirittura osando di più dell’ex primo cittadino di Priolo.