Privacy Policy SALVATORE RUSSO: CHE FINE FARA' IL VECCHIO OSPEDALE? – I Fatti Siracusa

SALVATORE RUSSO: CHE FINE FARA’ IL VECCHIO OSPEDALE?

Salvatore Russo è oggi il presidente provinciale di Alternativa Libera Siracusa, un partito politico nazionale con rappresentanza alla Camera dei Deputati.

Quali iniziative avete portato avanti fino ad oggi?

Dialoghiamo con tutte quelle forze politiche siracusane che hanno la volontà di migliorare la nostra Città. Abbiamo elaborato delle proposte mettendoci in discussione e chiedendone la loro attuazione a chi di dovere, in questo caso agli uffici Comunali.

Ad esempio?

Le dico subito. Trovando nel sito della Regione Siciliana il bando POR FESR 2014-2020 “obiettivi tematici e priorità di investimento”, costruito sulla base dei bisogni e delle problematiche  attraverso un percorso di consultazione pubblica, lo abbiamo studiato, proposto e protocollato al Comune. Successivamente l’allora Assessore Valeria Troia, su nostra richiesta, si è detta predisposta a renderlo fattibile. Nello specifico i due progetti che avevano i requisiti sotto la soglia dei seicentomila euro sono stati sottoposti a sondaggio online come da prassi, tali votazioni scadranno il 12 Giugno. I cittadini siracusani potranno scegliere se spendere questa somma per la rifunzionalizzazione dello spazio della palestra, del teatro e dello spazio aperto adiacente, sito presso la scuola di Via Algeri o la rifunzionalizzazione degli spazi esterni dell’Urban Center e realizzazione, presso i due locali retrostanti, dell’Officina Creativa. Questa è una delle tante cose fatte. Inoltre siamo i gestori della pagina “raccolta differenziata Siracusa” che sta avendo un grande riscontro con le persone interessate ad attivarsi affinché tale raccolta giunga a cifra doppia.

A proposito di questo argomento, come giustifichi la tassa tari così elevata che paghiamo a Siracusa?

Attualmente noi abbiamo un gestore “IGM”che si è aggiudicato il bando. Adesso questo gestore avrà tre mesi di tempo per recepire il capitolato da parte del Comune. C’è già comunque la possibilità di avere uno sconto portando i rifiuti differenziati in uno dei due CCR “Centro Comunale di Raccolta Rifiuti” situati alla Targia e in via Elorina. Ribatto asserendo sia poco corretto che si paghi una tari così elevata e che debba inoltre essere il cittadino a doversi scomodare per avere un esiguo sconto portando i rifiuti nelle specifiche collocazioni, in quanto non giustifica questo elevato costo. Ieri ascoltando un’intervista fatta all’Assessore Coppa mi è piaciuta una dichiarazione cui ha detto che il problema più grande in questo momento in Sicilia è dove andare a smaltire l’umido. A regime, nel momento in cui tutti gli anelli saranno al loro posto, ci sarà sicuramente un risparmio. Per me il futuro è la raccolta differenziata, bisogna lavorare su questo, guardare avanti e non polemizzare sul passato.

La maggioranza delle persone ti conosce come un ex grillino, un iscritto e un attivista del Movimento Cinque Stelle. Cosa è accaduto?

Mi sono avvicinato al Movimento Cinque Stelle nel 2012 convinto dal discorso di Beppe Grillo che si potesse cambiare dal basso tutto quello che riguarda la nostra vita. Per un certo periodo ci ho creduto tantissimo, poi ho cominciato a realizzare che c’erano delle discrepanze tra ciò che compare al pubblico a quello che poi è la realtà interna. Nel senso che se si vuole lavorare purtroppo alcuni componenti fanno di tutto per ostacolarti e i fatti accaduti sino ad oggi confermano che il M5S è totalmente diverso dai suoi esordi. Detto questo il 2 Marzo del 2016 lontano da ogni campagna elettorale mi sono eliminato dal blog. Da qui nasce Alternativa Libera Siracusa con altri ex componenti che facevano parte del Meetup M5S. La volontà, ripeto, è quella di dialogare con tutte le forze politiche perché la nostra priorità è migliorare la Città di Siracusa.

Questo lo dicono un po’ tutti. Cosa avete fatto fino ad oggi voi fra le urgenze prioritarie?

La prima cosa che mi viene in mente in questo momento è la chiusura al traffico del Tempio di Apollo attraverso una raccolta firme consegnata all’ex Assessore, poi il bando di cui ti ho detto prima. In questi giorni abbiamo chiesto chiarezza sul  cancello muretto situato in via  Iceta,

abbiamo lanciato una pagina che si chiama segnala abuso- barriere zero Siracusa e tante altre cose.

Polemiche sull’ubicazione  nuovo ospedale di Siracusa

Su questo problema abbiamo semplicemente osservato quello che è stato fatto dalla classe politica in questi anni. Finalmente pare che il Consiglio Comunale abbia individuato l’area dove sorgerà la struttura. A questo punto ti lancio una proposta provocatoria: il vecchio ospedale che fine farà? Perché non se ne parla.

Per quanto riguarda il problema disoccupazione avete fatto qualche proposta?

Sicuramente Siracusa è una delle Città dove il livello di disoccupazione è tra i più alti. Il nostro spot è che Siracusa deve vivere di turismo. Siamo anche convinti che non c’è solo Ortigia. Noi da parecchio tempo organizziamo un evento “Archimede in movimento” Un contenitore socio

culturale non politico, anche se lo organizziamo come comitato attivisti siracusani.

A proposito di turismo abbiamo un grosso problema: il polo petrolchimico e il forte inquinamento che continua a fare strage.

Su questo noi come Alternativa Libera qualche mese fa tramite uno dei nostri Deputati, l’onorevole  Samuele Segoni abbiamo fatto delle interrogazioni a cui il Ministro dell’ambiente Galletti ha dovuto rispondere con fatti insufficienti facendo presente che alcune aree sono tate bonificate e altre monitorate. E’ necessario bonificare interamente. Abbiamo un grande oro che non è petrolio. Potremmo investire maggiormente nel fotovoltaico. Ad oggi non vi sono incentivi statali per avere il fotovoltaico a casa. Ci vuole più investimento verso energie rinnovabili. Noi rimaniamo positivi instaurando un dialogo aperto che abbiamo avuto anche con questa Amministrazione. Ovviamente vorremmo farne parte attiva e stiamo lavorando su questo per le prossime elezioni amministrative.

Elojsa Burlò