Privacy Policy UFFICIO TRIBUTI IN TILT, APERTI SOLO DUE SPORTELLI – I Fatti Siracusa

UFFICIO TRIBUTI IN TILT, APERTI SOLO DUE SPORTELLI

“Il re è nudo!” ma non per i funzionari del Comune di Siracusa che si sono distinti per la caparbietà nell’intromettersi nell’organizzazione del lavoro dell’ufficio tributi che dovrebbe essere gestito da Sicula Ciclat.

Qualsiasi cittadino che si reca presso gli sportelli, trova file interminabili da far impallidire anche l’atavico problema degli uffici postali per il ritiro delle raccomandate; solo due sportelli sono aperti su otto disponibili alla cittadinanza, e questo sol perché i nostri “bravi” funzionari comunali, pervasi da una sorte di sete di potere, hanno deciso che i lavoratori in possesso delle professionalità ancora oggi mortificati da Sicula Ciclat non devono stare allo sportello ne al contenzioso, dove si è raggiunto il paradosso;i lavoratori e lavoratrici solo perché iscritte alla FILCAMS CGIL e ree di pretendere il rispetto delle loro professionalità, sono state spostate a mere mansioni d’ordine e sostituite con professionalità inventate dal giorno alla notte

.

Con la stessa becera filosofia, i nostri bravi hanno deciso che, unico caso in Italia di sportelli erariali, si tengono chiusi tutti i pomeriggi gli sportelli e di più ,anche il venerdì mattina… non parliamo poi del sabato, e per permettere ciò non si è esitato a tagliare l’orario di lavoro dei lavoratori dell’appalto, lavoratori che fino a maggio 2016 garantivano alla città ed alle casse comunali, un servizio eccellente.

La rateizzazione della TARI è ferma al palo, come la definizione delle pratiche sugli avvisi notificati e gli avvisi di accertamento 2017 , ciò perché le professionalità dell’appalto, sono state mortificate perché ree ed adibite a mansioni prettamente d’ordine, a vantaggio di altri lavoratori che, nonostante la loro buona volontà e l’assenza di una qualsiasi formazione, non sono nelle condizioni di portare avanti questo delicato lavoro.

E’ un dato innegabile e che dovrebbe far riflettere gli amministratori comunali come la giunta ed i consiglieri comunali, che, insiste una crescente diminuzione degli accertamenti TARSU/TARI di oltre il 60%, con buona pace degli evasori, e minori servizi destinati ai cittadini per la costante perdita di ingenti somme.

Dichiarazione di Stefano Gugliotta segretario gen. Filcams Siracusa: “ Solo grazie all’intervento del Giudice del Lavoro che ha condannato Sicula Ciclat per attività antisindacale, Sicula Ciclat è stata costretta a rimettere nel contenzioso un lavoratore ed RSA, trasferito senza alcun rispetto delle norme di legge per come evidenziato dal Giudice. Il Sindaco Garozzo e tutto il consiglio comunale che ad oggi non ha speso una parola, dovrebbe svegliarsi dal letargo ed intervenire energicamente. Il supposto risparmio della gara per i servizi di supporto agli uffici comunali, si sta rivelando ogni giorno di più un boomerang per l’intero Comune di Siracusa, ed è irresponsabile che ancora oggi si continuano a trovare i soldi per nuove navette elettriche e conseguenti assunzioni clientelari,mortificando i restanti lavoratori dell’appalto. Ricordiamo a Garozzo sindaco, che aveva giurato di portare a livelli di retribuzione civili, oggi questi lavoratori sono ancora a venti ore settimanali e prendono meno di prima che l’intero appalto è oneroso e poco produttivo.