Privacy Policy L'ASP NON SI CURA DELLA REGOLARITÀ DELL'APPALTO PER LA VIGILANZA PRIVATA – I Fatti Siracusa

L’ASP NON SI CURA DELLA REGOLARITÀ DELL’APPALTO PER LA VIGILANZA PRIVATA

Trascorsi 73 giorni dall’immissione nell’appalto vigilanza ASP della KGB, dopo innumerevoli riunioni in prefettura, ed all’ufficio del lavoro, i lavoratori della Siciltransport ancora fuori dall’appalto e con una procedura di licenziamento avviata , hanno chiesto con un pacifico sit-in di essere ricevuti dal Prefetto Castaldo.
Una delegazione dei lavoratori e delle OO.SS. Filcams, Fisascat e Uiltucs, è stata ricevuta dalla Vicaria Dott. Filippina Cocuzza; la Vicaria dopo aver ascoltato le ragioni dei lavoratori, ha assicurato che riferirà a S.E. il Prefetto lo stato della vertenza e le azioni consequenziali.
Dichiarazione di Stefano Gugliotta, Teresa Pintacorona e Anna Floridia segretaria Filcams, Fisascat e Uiltucs: “alla Vicaria del Prefetto è stato illustrata la vertenza vigilanza ASP che ad oggi vede i lavoratori dell’appalto ASP privati del loro diritto di vedere applicata la clausola sociale prevista dai CCNL e dalle norme di gara; è stata stigmatizzata ancora una volta la inusuale inattività della direzione ASP di Siracusa, che in presenza di una palese violazione delle norme di gara e di contratto, nulla ad oggi ha fatto per garantire la legalità di un appalto pubblico. Ci rifiutiamo di accettare una drammatica realtà come Siracusa, dove la legalità non trova patria e continueremo a far sentire la voce dei lavoratori che non possono accettare di essere privati di un diritto. A Catania nel medesimo appalto ASP tutte le guardie giurate che erano nell’appalto sono state assunte dalla subentrante “La Sicurezza” con un accordo sindacale che non ha trovato nessun ostacolo; ci chiediamo e chiediamo espressamente al S.E. il Prefetto, perché ciò che è legale e naturale a Catania in un cambio appalto con l’ASP, a Siracusa deve diventare una lotta da rivendicare con oltre 12 manifestazioni che si susseguono da oltre 70 giorni.”