Privacy Policy E' FINITO IL TEMPO DI MADEDDU ALL'ASP? IL 18 SCADE LA PROROGA CHE LO RIGUARDA – I Fatti Siracusa

E’ FINITO IL TEMPO DI MADEDDU ALL’ASP? IL 18 SCADE LA PROROGA CHE LO RIGUARDA

Non è Francesco Italia il siracusano che occupa da più tempo posizioni di potere, ma Anselmo Madeddu, il potente direttore sanitario dell’Asp di Siracusa. Italia infatti è in poltrona dal 2013. Per cinque anni è stato vice sindaco di Garozzo e da due anni, nonostante i brogli elettorali e grazie alla sentenza del Cga, è il sindaco di Siracusa. Quindi è in poltrona da sette anni. Tuttavia c’è, come dicevamo prima,  Anselmo Madeddu, attuale direttore Sanitario dell’Asp che occupa posizioni prestigiose da 8 anni, uno in più di Italia. E c’è di più. Anche se Madeddu rischia fra una settimana di tornare agli affetti familiari. Per ordine. Madeddu è da otto anni direttore sanitario nel segno della continuità! Pensate che l’ex DG Brugaletta prima di andarsene gli fece addirittura un contratto di 4 anni, un fatto senza precedenti.  Ma anche prima degli ultimi 8 anni il medico lentinese  è stato di fatto il vero responsabile della sanità siracusana. Più volte candidato ad una direzione generale non ha mai centrato l’obiettivo forse perché troppo interessato alla provincia di Siracusa dove mantiene tra l’altro il ruolo di presidente dell’ordine dei medici. Madeddu è quindi  e comunque un personaggio e in quanto tale ha gioie e dolori, problemi anche giudiziari e riconoscimenti per i suoi studi e le ricerche fatte.

Ma veniamo all’oggi. Madeddu in questi giorni, a dire dei colleghi, è molto nervoso e aspetta con una certa ansia il 18 agosto visto che il 17 sempre di questo umido agosto scade l’ultima proroga come direttore sanitario che lo riguarda. Insomma, dal 18 ci potrebbe essere la nomina di un nuovo direttore sanitario e Madeddu  interromperebbe il  suo record di “lunga poltrona”.

Ma l’attuale direttore sanitario lascerà e basta o ha ancora qualche asso in mano da giocare? Si parla nei corridoi di una copertura politica abbastanza importante che lo potrebbe salvare – ammesso che la copertura ci sia e sia veritiera – e poi ci sarebbero a sostenerlo sistemati in posti chiave all’Asp di Siracusa i “Madeddu fans”. Ma questi potenziali aiuti sono assi o due di picche? Ma la domanda vera è: il direttore generale Salvatore Lucio Ficarra cosa farà?

Condividi questo Articolo