VINCIULLO SUI 3 MILIONI SVANITI: TROPPE BUGIE ASSESSORE FALCONE, A SIRACUSA NON ABBIAMO L’ANELLO AL NASO

Rep: Il 4 marzo, l’Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, con un comunicato stampa, annunciava, Urbi et Orbi, che il CAS, il mitico Consorzio per le Autostrade Siciliane, aveva pubblicato il bando di gara per la nuova pavimentazione dell’autostrada Cassibile-Rosolini, aggiungendo che erano stati impegnati “Oltre 14 milioni di euro per restituire decoro, sicurezza” e bla bla vari e la solita litania contro i passati Governi regionali, come se questo Governo, a cominciare dal suo attuale Vicepresidente, non fosse figlio legittimo e di primo letto dei tanto vituperati e famigerati passati governi. Lo dichiara Vincenzo Vinciullo
Il 6 marzo, il CAS pubblicava, effettivamente, il bando, ma nel frattempo erano scomparsi 3 milioni, perché l’importo della gara era pari a 11.425.286,93 euro e non agli oltre 14 milioni annunciati.
Per inciso, non si tratta di fondi impegnati dalla Regione, ma di fondi dei siciliani che hanno pagato profumatamente i pedaggi autostradali.
A bando ormai scaduto (il 21 aprile 2020), avendo atteso 30 giorni, intervengo sulle dichiarazioni dell’Assessore delle Infrastrutture, per ricordare alla politica parolaia regionale etnocentrica, che se si è avuto un ruolo in una attività politico-amministrativa non si può commettere un errore di 3 milioni di euro!!!
La verità è un’altra: la voglia di apparire fa spesso cadere in errori grossolani che, in questo caso, non sono banali, anzi sono sostanziali, gettando discredito sulla politica e facendo aumentare la disaffezione dei cittadini nei confronti di chi amministra.
E quindi, ha proseguito Vinciullo, dopo avere inaugurato il sottofondo del sottopasso dello svincolo Maremonti, scambiato, addirittura, per lo svincolo stesso che era aperto da ben 5 anni, a proposito i lavori non sono stati ancora completati, dopo avere assicurato, in 56 giorni, cosa non avvenuta, l’abbattimento della barriera di Cassibile, senza che nessuno pagasse per questo grave marchiano errore di progettazione, dopo aver inaugurato per ben due volte la stessa strada, scambiando la bretella a servizio dell’autostrada con la Strada Provinciale Noto-Pachino, abbiamo avuto la notizia “bomba” oltre 14 milioni di euro per la Cassibile-Rosolini, ma in effetti erano solo oltre 11 milioni, non di fondi regionali, per inciso, ma di fondi propri del CAS, ma questo l’Assessore Falcone e il suo codazzo di sostenitori in provincia di Siracusa lo hanno dimenticato di dire, o forse non lo sapevano?
In questa saga politica-parolaia, a base di pasticcini catanesi, in cui non viene dato spazio nemmeno ai nostri pasticceri, l’unica cosa certa è che il CAS ha difficoltà a comunicare con il proprio Assessore, in pratica non si capiscono, cosa che ci consente, facilmente, di irridere all’azione di questo Governo etnocentrico ed alle sue incursioni continue nel nostro territorio.
Io, al posto dell’Assessore, controllerei la prossima volta con più attenzione ciò che mi fanno dichiarare, a meno che, ha continuato Vinciullo, lo stesso Assessore non immagini che in provincia di Siracusa non si sappia leggere, non dico scrivere, e che i siracusani hanno ancora l’anello al naso!!!
Caro Assessore, vorrei tranquillizzarLa: in provincia di Siracusa sappiamo leggere ed anche scrivere, seguiamo con attenzione le sue scorribande nel nostro territorio, lo abbiamo soprattutto apprezzato anche quando è andato a Cassaro e Ferla tentando di accreditarsi due ponti finanziati nella scorsa Legislatura.
Continui così, ha concluso Vinciullo, vediamo adesso quale altra opera vorrà inaugurare in provincia di Siracusa, ma le ricordo che, ad oggi, il suo Governo non ha ancora portato un centesimo nel nostro territorio, anzi avete sempre spogliato la provincia di Siracusa dei finanziamenti ottenuti nella scorsa Legislatura e spesso dimenticando di aver votato i provvedimenti varati nella scorsa Legislatura con una faccia di stagno, non dico Lei, avete fatto pure comunicati stampa cercando di accreditarvi i lavori all’interno di qualche chiesa.
Non avete rispetto per gli uomini e per le donne, questo mi pare un fatto evidente, abbiate rispetto almeno per i Santi che vi hanno visto votare contro il provvedimento che interessava le rispettive chiese.
 A presto!!!