INCREDIBILE, ORA ITALCALENDA S’INVENTA CHE L’OSPEDALE DI II LIVELLO LO HA VOLUTO LUI

Rep: Il 7 aprile scorso il sindaco Italia è ritornato a ripetere una delle sue bugie preferite, questa:  “Il mio grido d’allarme l’ho lanciato già nel settembre del 2018 quando, a proposito del nuovo ospedale, ho chiesto un hub di secondo livello. Non abbiamo mai partecipato ad alcuna spartizione e dunque oggi posso parlare a viso aperto. Trovo invece immorali le voci di condanna che oggi si alzano da parte di chi in tutti questi anni ha gestito la sanità siracusana contribuendo a portarla allo stato in cui si trova”.

Immorali? Cioè Italia parla di etica? Beh, noi troviamo immorale che un politico che è la risultante di votazioni comunali inquinate, come accertato dal Tar con sentenza, si ostini e fare il sindaco e sia attaccato alla poltrona in maniera mai vista prima. Ma tant’è, torniamo ali fatto. Udite udite, Italia dice che si è battuto per l’ospedale di secondo livello a Siracusa, una bugia alta come un grattacielo. Come tutti sanno è stato il centro destra siracusano a fare sit in di protesta a Palermo fino a quando Musumeci e Razza si sono convinti ad accettare per Siracusa l’ospedale di secondo livello.

Scriveva il coordinatore cittadino di Forza Italia a novembre 2019:  “Non vorremmo che la sindrome dell’uomo  inopinatamente  solo al comando giocasse un brutto scherzo al Sindaco Italia, il quale vorrebbe dare a bere di essersi oltremodo speso  per ottenere dalla Regione la realizzazione dell’Ospedale di secondo livello “. “Giova ricordare, come d’altra parte ampiamente risaputo, che senza l’impegno della nostra parte politica, e senza gli atti deliberativi già predisposti dal governo Regionale di centro destra, oggi non saremmo qui a parlare di DEA di secondo livello e di area opportunamente, come sembra, individuata. Se avessimo atteso viceversa la collaudata operosità parolaia  del Sindaco, ancora oggi  probabilmente non saremmo a questo punto cruciale per la realizzazione dell’opera. Ribadiamo pertanto ancora una volta il nostro sincero ringraziamento  al Presidente Musumeci e all’Assessore Razza  per l’impegno profuso sin qui al fine di dare corpo alle promesse fatte nel corso dell’incontro presso l’assessorato alla Salute con la nostra delegazione, la quale, purtroppo, non comprendeva il primo cittadino.

Il Commissario cittadino di F.I

Gianmarco Vaccarisi  

  Ovviamente ha ragione l’azzurro Vaccarisi. Quello che fa oggi Italcalenda sul nuovo ospedale è dire l’ennesima bugia che è poi il suo carattere distintivo. Lo fa supportato da una informazione manipolata che è ben lieta di farsi manipolare per utili commerciali documentabili. Sul nuovo ospedale Italcalenda era in linea con Zito e i grillini, insieme avevano raggiunto una sorta d’intesa con l’assessore Razza e avevano dichiarato – carta canta – che andava bene l’ospedale di primo livello “che forse in futuro poteva diventare di secondo livello”. Non solo, Italcalenda e grillini erano anche con Razza nella minaccia “fa tutto la Regione e se ne frega di Siracusa”. QUESTI I FATTI! Come fa oggi Italcalenda e con che faccia tosta afferma di essersi battuto per l’ospedale di secondo livello a Siracusa? Come fanno i giornali manipolati ad assecondarlo visto che i fatti sono quelli appena citati? Siracusa ha avuto 200 milioni, 420 posti letto e l’ospedale di secondo livello grazie alla protesta anche notturna del centrodestra siracusano a Palermo (vedi foto qui sopra). Questo sit in si è interrotto quando Razza e Musumeci hanno condiviso i contenuti della protesta e decretato l’ospedale di secondo livello! E guardate bene le foto delle manifestazioni, sempre assente per scelta è Italcalenda, lui era coi grillini per accontentarsi di quello che veniva, tanto, come sempre, non aveva fatto un quarzo per la città che indegnamente (dis)amministra.