Privacy Policy ENZO VINCIULLO: SIAMO IN GUERRA, MA A SIRACUSA NON C'E' COLLABORAZIONE SOLO ARROGANZA E SUPPONENZA – I Fatti Siracusa

ENZO VINCIULLO: SIAMO IN GUERRA, MA A SIRACUSA NON C’E’ COLLABORAZIONE SOLO ARROGANZA E SUPPONENZA

Enzo Vinciullo, in tempo di Corona virus non ti sembra oltremodo sbagliato che non ci sia nessuna collaborazione fra le istituzioni?

La collaborazione è indispensabile nella vita quotidiana e in quella ordinaria, quando si è in guerra è  necessaria più delle armi. Da noi nessuna collaborazione, solo supponenza e inspiegabile sudditanza da parte degli eletti dal popolo nei confronti della Regione.

Ti occupi da sempre di problemi di Sanità. Cos’è che non funziona all’Umberto I°? Perché a distanza di mesi regna ancora o sembra regnare ancora  l’ìmprovvisazione

Non solo l’Umberto I, ma tutti gli ospedali siciliani sono in affanno, non occorre ricordare che le sofferenze del nostro ospedale, e quindi  dei ricoverati, dipendono dalla scomparsa e dai ritardi con cui gli altri ospedali, a ciò autorizzati sempre dalla Regione, hanno, o non hanno, consegnato gli esiti dei tamponi eseguiti in provincia di Siracusa. Le inadempienze e le responsabilità dell’ospedale Umberto I sono della Regione che non ha saputo programmare:

A) l’acquisto di mascherine e   D. P. I. per medici di famiglia, del Pronto Soccorso, della Terapia Intensiva e del 118, come da me richiesto in data 3 febbraio 2020;

B) l’apertura di ospedali dedicati solo alla cura dei malati di corona virus, da me richiesto in data 9 febbraio 2020, come ad esempio l’ospedale Trigona di Noto ed invece si è stati costretti ad utilizzare il Muscatello di Augusta, l’Umberto I e ora anche il Trigona;

C) il non voler ricorrere, cocciutamente, alle competenze e alle capacità di soggetti esterni alla Regione ( Bertolaso),  cosa che invece hanno fatto altre regioni ( Lombardia e Marche) come da me più volte richiesto;

D) l’apertura immediata del laboratorio analisi di Siracusa per poter analizzare i tamponi, cosa anche questa da me più volte richiesta.

A tutto ciò si aggiunge l’assenza di ogni controllo e di ogni indicazione da parte della conferenza dei sindaci, mai convocata in questo periodo, e che avrebbe dovuto dare indicazioni al direttore generale della Asp di Siracusa sulle scelte generali e sulla programmazione.

Una proposta operativa per la deputazione nazionale di Siracusa. Cosa fare subito per non trovarci domattina senza lavoro, senza reddito, senza futuro..

Perderei solo tempo, sono troppo bravi per prendere in considerazione le mie proposte.

Se avessimo avuto il nuovo ospedale di secondo livello..

Sarebbe cambiato poco perché il disordine viene da fuori provincia. I nostri bravissimi medici ed infermieri,  i nostri attenti biologi e tecnici, i nostri generosi ausiliari e pulizieri, gli straordinari operatori ed operatrici del 118, tutti i soggetti coinvolti hanno fatto miracoli, rischiando la vita in prima persona, senza  sottrarsi mai, nonostante l’assenza di idonei mezzi di protezione individuale, ad immensi sacrifici.

Enzo Vinciullo, da quello che trapela e da qualche dichiarazione qui e là sembra che sarà rinviata la decisione del Cga sui brogli elettorali a Siracusa

L’avvocato Reale, correttamente, ha chiesto di spostare la data della decisione per evitare evidenti danni alla città,  anche se giudichiamo assolutamente negativa l’azione di chi guida  pro tempore la città.

Un sindaco e otto assessori, alcuni dei quali liquefatti, hanno nelle mani Siracusa. Un fatto anomalo

8 assessori? E dove sono? Chi li conosce? E soprattutto cosa fanno per meritarsi lo stipendio il 27 del mese? Manca il consiglio comunale e il Commissario regionale non ha avuto NEMMENO il garbo istituzionale di incontrare gli eletti del popolo e le liste presenti in Consiglio comunale, evidentemente pensa di essere in una colonia, dimentica che Siracusa non ha mai conosciuto il giogo palermitano, semmai è accaduto il contrario. Prendiamo atto che, con una celerità impressionante, approva tutti i provvedimenti che gli vengono sottoposti, lo invitiamo a pubblicarli subito, nel rispetto della Legge,  sul sito istituzionale dell’Ente. Passato questo momento drammatico è chiaro che, anche la sua attività amministrativa/politica verrà  sottoposta al controllo dell’opposizione.

Crocetta dalla Tunisia ha criticato il presidente Musumeci

A prescindere da Crocetta, non mi sembra che stia brillando per competenze e capacità,  solo lamentazioni sterili e querule di cui potrebbe fare a meno. Per nostra fortuna  la Madonna delle Lacrime, aiutata da Santa Lucia, oltre che da tutti i Santi siciliani, sta vigilando sulla Nostra sfortunata Isola.

E la deputazione regionale siracusana?

Sicuramente brave persone….

La diceria è che Italia, fan di Calenda, ti corteggia ed anche insistentemente

Tutti dimenticate che Siracusa non ha nessun sindaco eletto dal popolo in quanto il TAR ha annullato i verbali delle ultime elezioni comunali, in pratica è un privato cittadino chiamato dal CGA ad amministrare la città fino all’ 8 aprile. Da qualche giorno, grazie alla sensibilità di Paolo Reale, fino a maggio, quando, a  quanto pare, verrà fissata la nuova udienza, quindi nessun ipotesi di inciucio.

In questo momento drammatico per Siracusa, una cosa che ti ha strappato una risata?

Aver letto che alcuni deputati, contro di me,  difendevano il Governo regionale che aveva penalizzato, gravemente, la provincia di Siracusa nella distribuzione dei posti letto per la Terapia Intensiva.