IL CONSIGLIERE GRADENIGO FA PROPOSTE VIRTUALI E NON VEDE LE EMERGENZE VERE DI SIRACUSA

IL CONSIGLIERE GRADENIGO FA PROPOSTE VIRTUALI E NON VEDE LE EMERGENZE VERE DI SIRACUSA

Il consigliere Carlo Gradenigo sembra vivere in una città diversa della nostra. Ha scoperto l’acqua calda con la fermata del treno a Fontane Bianche. Non era ovviamente la fermata il nodo da risolvere, ma tutta una serie di problemi organizzativi che avevano in passato bloccato i suoi predecessori con la stessa intuizione, si fa per dire. Basta che alla fermata ci sia una navetta? Ammesso che si organizzi la navetta, la stessa da dove scende ai lidi, da una stradina dove due auto che si incrociano debbono fare manovra? Gradenigo se ne frega di questi particolari. Così ha pensato una soluzione per via Elorina e un’altra per Casina Cuti. L’imperativo categorico è fermare le auto. Caro consigliere, la invitiamo a tornare sulla terra. Lei non vede e sconosce le emergenze vere di Siracusa o almeno quelle che sono emergenze prioritarie, ignora gli sprechi di una giunta di 9 persone (in passato il centro destra ne aveva di più, giustifica Italgarozzo), non tiene in nessun conto 60mila disoccupati, l’aria inquinata, decine di bandi ridicoli, sbagliati e tutti annullati. Non sono nella sua agenda le infiltrazioni nelle scuole, i topi negli istituti, gli asili nido che partiranno nel 2020, se partiranno. Le strade scassate, ha presente? Anche su queste zitto e mosca?  Come fa per un nullismo disperante di soli annunci, tanti annunci. Ricorda quello per la sua via Tisia di due anni fa in una delle centinaia di conferenze stampa sul nulla? Cambierà tutto, dissero, via Tisia diventerà l’arteria simbolo della rinascita dello Zecchino e della zona alta. Ovviamente solo annunci, chiacchiere. Su tutto questo tace, lei è di maggioranza ed integralista, mai una parola contro Italgarozzo, il suo nullismo, i festival del cavolo, eventi, poesie, concertini, eventucci e premi e targhe per tutti. Anche su tutto questo zitto e mosca.

Allora consigliere, partiamo dal principio. Lei rappresenta la cittadinanza ed è stato chiamato a tutelare la comunità siracusana e soprattutto a vigilare su sperperi e caxxate varie. Questo è il suo ruolo. Anche fare proposte, ma non solo proposte/balle che non hanno mai riscontri concreti. Pensi alle strade scassate e alla spazzatura che da anni invade Siracusa. Cominci dalle cose semplici e avrà il consenso dei cittadini siracusani che non sono molto esigenti, vogliono solo vedere nei consiglieri solo nbuona volontà e amore per la città. Di faziosità hanno già fatto il pieno. Dimenticavamo, lei è fra quelli che ha votato più volte per far pagare due volte i loculi ai siracusani ed è fra i 17 del sacco al cimitero. Lo sa che il cimitero è una latrina? Ha una proposta o anche su questo punto zitto e mosca?   

IL CONSIGLIERE GRADENIGO FA PROPOSTE VIRTUALI E NON VEDE LE EMERGENZE VERE DI SIRACUSA ultima modifica: 2019-09-26T13:46:17+02:00 da IfattiSiracusa