Privacy Policy SALVO BAIO SUL GOLPE ALLA SAC: IL COMMISSARIO FLORENO HA INDICATO UN CATANESE E DEVE DIMETTERSI PER NON AVER TUTELATO SIRACUSA CHE RAPPRESENTA – I Fatti Siracusa

SALVO BAIO SUL GOLPE ALLA SAC: IL COMMISSARIO FLORENO HA INDICATO UN CATANESE E DEVE DIMETTERSI PER NON AVER TUTELATO SIRACUSA CHE RAPPRESENTA

Scrive il dirigente del Pd di Siracusa, Salvo Baio: Siracusa clamorosamente esclusa dalla governance dell’aeroporto di Catania benché detenga una fetta significativa, circa il 12 per cento, del pacchetto azionario. Il primo ceffone in faccia agli interessi di Siracusa glielo ha dato il commissario del Libero consorzio, l’ex Provincia regionale, Carmela Floreno che invece di indicare come consigliere di amministrazione un rappresentante siracusano ha indicato l’avvocato Fulvio Castello, catanese, che comunque non è stato eletto. Se ci fosse una classe politica degna di questo nome  dovrebbe per prima cosa chiedere le dimissioni della Floreno per non aver tutelato il territorio che, da commissario, governa e dovrebbe rappresentare. L’altro ceffone ce lo ha dato Catania in combutta con Ragusa e con l’Irsap, cioé il governo regionale. Infatti i cinque componenti del consiglio di amministrazione della Sac sono tre catanesi, un ragusano e uno di Caltanissetta, indicato dall’Irsap. Sono ceffoni sonori e umilianti e la politica siracusana porge ancora una volta l’altra guancia, dimostrando tutta la propria incapacità a far valere gli interessi del nostro territorio. Prima ci hanno tolto la filiale della Banca d’ Italia, poi la Camera di Commercio, hanno depredato la stazione ferroviaria e ora ci hanno estromesso dal CdA della Sac, non abbiamo toccato palla sulla riorganizzazione ospedaliera e sulla nomina dei vertici delle Aziende sanitarie, rischiamo che la localizzazione del nuovo ospedale venga decisa a Palermo o a Catania e che venga calpestata l’autonomia del Consiglio comunale. Ma che cosa deve succedere di altro per dire: ora basta!