Privacy Policy LA PRO LOCO HA PRESO POSSESSO GRATUITAMENTE E PER TRE ANNI DEI LOCALI COMUNALI ALLA GIUDECCA, COLPO DI MANO ALLA CHETICHELLA – I Fatti Siracusa

LA PRO LOCO HA PRESO POSSESSO GRATUITAMENTE E PER TRE ANNI DEI LOCALI COMUNALI ALLA GIUDECCA, COLPO DI MANO ALLA CHETICHELLA

Colpo di mano alla chetichella. L’immobile comunale della Giudecca “regalato” da Italgarozzo per tre anni alla Pro Loco doveva essere inaugurato il 30 marzo. Viste le polemiche e le proteste di diverse altre associazioni – quelle che Italgarozzo fa finta che non esistono – l’inaugurazione è stata rinviata. Ma in ogni caso la Pro Loco si è già premurata di prendere possesso dei locali, come se avesse vinto un bando o almeno una manifestazione d’interesse.  “Ringrazio il sindaco Francesco Italia e l’assessore alla Cultura Fabio Granata per aver concesso in comodato d’uso questo prestigioso immobile di Ortigia, dedicato al grande artista siracusano Mario Minniti” aveva dichiarato Luigi Puzzo, presidente della Pro Loco Siracusa il giorno prima dell’inaugurazione che poi non ci è stata. Non solo Puzzo ha fatto anche sapere che la Pro Loco si noccuperà anche della Festa della Musica già in piena fase organizzativa.

La concessione in comodato d’uso di Casetta Minniti ha quindi la durata di tre anni. Tradotto vuol dire che la Pro Loco non pagherà un euro. E tutte le altre associazioni siracusane che avevano chiesto in  passato la disponibilità delle stanze al pianterreno in fondo a via Giudecca (nella foto)? Non hanno avuto nulla, probabilmente aspettavano un bando.  Oggi invece vengono date gratuitamente per tre anni alla Pro Loco che ha già una sede in piazza Santa Lucia. Un fatto strano, sarebbe stato più logico farle pagare o darle in comodato a un’associazione che una sede non ce l’ha. Tuttavia abbiamo preso l’impegno coi siracusani di raccontare sempre la verità vera che è questa. La Pro Loco ha sostenuto ed ha votato prima la Garozzo Band e poi l’Italgarozzo nel 2013 e nel 2018. Avere per tre anni gratis questi locali è il prezzo politico che oggi paga l’Italgarozzo. Così, tanto per amore della verità.