Privacy Policy L'ITALGAROZZO IGNORA I PROBLEMI E PARLA SOLO DI ARIA FRITTA – I Fatti Siracusa

L’ITALGAROZZO IGNORA I PROBLEMI E PARLA SOLO DI ARIA FRITTA

Non sappiamo voi, ma noi siamo davvero saturi. Non ce la facciamo più a leggere di convocazione di conferenze stampa su argomenti inutili che forse potrebbero essere interessanti se Siracusa funzionasse e potesse avere almeno i servizi primari necessari. Una strategia del nullismo insopportabile. Così Italgarozzo, gli assessori Coppa e Granata continuano a parlare al futuro, a promettere di tutto come se la campagna elettorale continuasse in eterno, ma a non fare niente, nulla, zero assoluto. Promettono su ogni cosa e poi non fanno niente! Anzi, qualcosa la fanno, convocano conferenze stampa su progetti sempre declinati al futuro, oppure per presentare un libro, una cartina geografica, un festival di filosofia, una mappa di informazioni di vario tipo. Ma come si può pensare di prendere in giro così i siracusani? Per la disoccupazione giovanile quali idee, quali strategie ha messo in campo Italgarozzo? E la spazzatura che ci ha ormai invaso con topi di pezzature mai viste dalle nostre parti? Spazzatura su cui Garozzo Band prima e Italgarozzo oggi, in sei anni non sono riusciti a definire un bando, insomma le regole per fare una raccolta dei rifiuti funzionale, adeguata alle tasse che i siracusani pagano. E le strade tutte scassate? In Borgata e nelle periferie le pavimentazioni sono al disastro. A proposito di periferie, non è cambiato nulla, anzi peggiora la presa per i fondelli, a partire dall’attuale sindaco che aveva promesso di spendere 40 milioni – che diceva di avere – proprio nelle periferie. Una delle sue mille balle. E i miasmi? Granata raccoglie firme, ma prima di lui lo hanno già fatto in tanti ed evidentemente non è questa la strada giusta. Funzionerebbe meglio se il sindaco – prima autorità sanitaria della città – si mettesse la fascia e si piazzasse all’ingresso dei colossi che fanno il bello e cattivo tempo nel Petrolchimico: O aria pulita o da oggi qui si ferma tutto!. E le scuole? Niente asili nido, niente refezione, niente messa in sicurezza di istituti comunali che stanno cadendo a pezzi.  E  Italgarozzo cerca di stornare l’attenzione e convoca conferenze stampe nulliste, si occupa di fatti nazionali di competenza del Parlamento, vedi il no al decreto Pillon, patrocinato dal comune di Siracusa e da Italgarozzo senza nemmeno sentire il Consiglio comunale. In sintesi pensano ai fatti nazionali e non fanno un cazzo per quelli locali.   Insomma, come diceva Oscar Wilde, amano molto parlare di niente. E’ l’unico argomento di cui sanno tutto.