Privacy Policy NOI UCCIDIAMO FONTANE BIANCHE, IL SINDACO DI AVOLA, LUCA CANNATA, COL BORGO MARINARO RILANCIA IL SUO LITORALE – I Fatti Siracusa

NOI UCCIDIAMO FONTANE BIANCHE, IL SINDACO DI AVOLA, LUCA CANNATA, COL BORGO MARINARO RILANCIA IL SUO LITORALE

Mentre chi ha amministrato e amministra Siracusa dal 2013, Garozzo-Italia prima e Italia-Garozzo oggi, si dà un gran da fare per uccidere le zone balneari, l’incantevole Fontane Bianche in  primis, c’è a qualche chilometro dal capoluogo un sindaco che si chiama Luca Cannata e che opera nella sua amata Avola che fa esattamente l’opposto e cioè si dà un gran da fare per riqualificare e rilanciare il suo litorale. Ci riferiamo alla bellissima spiaggia della vecchia Tonnara che è un altro fiore all’occhiello per il turismo avolese. “Nel caso specifico dell borgo marinaro – spiega Cannata – non c’era nemmeno l’idea e nessun progetto preliminare! Noi abbiamo fatto il tutto e abbiamo ricercato anche i fondi per la realizzazione che sono quelli regionali PAC pari a 270 Mila euro (fondi senza interessi e a fondo perduto). Così abbiamo ideato, progettato, finanziato e realizzato l’opera! Gli interventi straordinari posti in essere in questo luogo sono stati orientati a riqualificare il sito facendolo diventare ad alto potenziale storico-culturale-turistico, esaltando e valorizzando la sua identità. Inoltre, nei prossimi mesi verranno iniziati i lavori di prosieguo del Lungomare Elsa Morante e del braccio di molo di Mare Vecchio, che daranno un ulteriore impulso allo sviluppo turistico della zona costiera e di tutta la città”. In sintesi Avola riqualifica e valorizza le sue coste, Siracusa le penalizza, le lascia senza servizi, le costringe al degrado.