Privacy Policy GUGLIOTTA (CGIL): IL NUOVO COMMISSARIO DEL LIBERO CONSORZIO ERA NELLE CONDIZIONI DEI PREDECESSORI, PERCHE' IL DISSESTO? – I Fatti Siracusa

GUGLIOTTA (CGIL): IL NUOVO COMMISSARIO DEL LIBERO CONSORZIO ERA NELLE CONDIZIONI DEI PREDECESSORI, PERCHE’ IL DISSESTO?

Rep: Il Commissario straordinario del Libero Consorzio, dott.ssa Carmela Floreno, insieme al segretario generale dott. Alberto D’Arrigo e al rag. capo, dott. Antonio Cappuccio, hanno incontrato le sigle sindacali (Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Csa) per esporre le recenti decisioni assunte in seguito alla grave situazione finanziaria dell’Ente.
La dott. Floreno ha comunicato ai sindacati l’avvenuta formulazione della proposta di deliberazione del dissesto finanziario che, come previsto dalla vigente normativa, è stata trasmessa ai revisori dei conti dell’Ente affinchè esprimano il parere e predispongano la relazione prevista dall’art. 246 del testo unico Enti Locali.
La dott. Floreno ha chiarito come questa scelta dolorosa e coraggiosa fosse imposta dalle circostanze contabili rassicurando, tuttavia, i presenti, sulle prospettive del personale dato che le conseguenze del dissesto incideranno soprattutto sui debiti contratti fino al 31 dicembre 2017.
I sindacati, da parte loro, hanno espresso qualche perplessità legata in particolar modo all’erogazione degli stipendi, ma hanno preso atto della scelta obbligata.
In conclusione il segretario D’Arrigo e il capo settore Cappuccio hanno chiarito ai sindacati gli aspetti giuridici e contabili per quanto riguarda la decisione assunta.

Sin qui il comunicato. Ecco al riguardo la dichiarazione del sindacalista Stefano Gugliotta: Oggi c’è stato l’incontro con la funzione pubblica e confederali, come terziario abbiamo l’incontro giorno 19 ed io come filcams ho già dichiarato :
“Ci risulta difficile capire il metodo utilizzato dal Commissario Floreno, che omette di convocare insieme con le deputazioni regionali e nazionali le organizzazioni sindacali sia del pubblico impiego sia del terziario per dare la notizia che sono state avviate le procedure per la dichiarazione di dissesto finanziario del Libero Consorzio Comunale di Siracusa. Auspichiamo che il Commissario sia in condizione di prospettare le conseguenze di questo atto improvvido che avrà inevitabili ripercussioni nei confronti dei lavoratori dell’Ente e della partecipata Siracusa Risorse, per cui sono stati previsti dal bilancio, risorse insufficienti a garantire il pagamento dei salari dei dipendenti. Resta da capire, anche alla luce del fatto che il debito dovuto ai pregressi mutui era già presente con i precedenti Commissari, cosa sia maturato per determinare un simile provvedimento fino a oggi scongiurato. Noi, a differenza di chi ha auspicato la dichiarazione di default come panacea, esprimiamo la nostra preoccupazione rispetto agli effetti, che temiamo possano ricadere unicamente sui lavoratori diretti e indiretti. Giorno 19 vogliamo sapere cosa accadrà al personale di Siracusa Risorse a cui nel bilancio di previsione sono stati detratti ulteriori 500 Mila euro portando il budget a 3 ml .