FABIO GRANATA: ANDREMO NOI AL BALLOTTAGGIO. E NON FAREMO ACCORDI..

Fabio Granata, il fenomeno grillino in una battuta?

Sacrosanta reazione al degrado della politica. Ma la politica va rigenerata non cancellata. E per far questo servono idee e visione, non bastano le urla e gli insulti. Certamente la loro base è intrisa di passione e vera spinta al cambiamento, ma poi sembrano emergere i più furbi e allineati ai capi locali o nazionali, non i migliori. E questa contraddizione è già esplosa e avrà effetti dirompenti sul movimento. A Siracusa il risultato delle amministrative sarà indicativo di questa implosione.

Erano meglio le passate deputazioni regionali e nazionali rispetto a quelle di oggi?

Certamente si. Esistevano i partiti che, con tutti i loro difetti, comunque garantivano una selezione dei gruppi dirigenti. Si faceva la gavetta prima di arrivare in Parlamento, si facevano le lotte studentesche e universitarie. E soprattutto si leggevano tanti libri. Quando entrai a vent’anni in Consiglio Comunale a Siracusa mi trovai a condividere quella esperienza con Lo Bello, Nicita, Corallo, Consiglio, Lo Curzio, Di Giovanni, Foti, Leone, Firenze, Spagna..Serve aggiungere altro?

Cosa faresti in caso di ballottaggio?

Andremo noi al ballottaggio. E non faremo accordi…

 

VENERDI’ L’INTERVISTA INTEGRALE