Privacy Policy CONTESTATO IL COMPORTAMENTO ARROGANTE DEL COMMISSARIO ARNONE E LE SUE DELIBERE SUL PARCO DEGLI IBLEI – I Fatti Siracusa

CONTESTATO IL COMPORTAMENTO ARROGANTE DEL COMMISSARIO ARNONE E LE SUE DELIBERE SUL PARCO DEGLI IBLEI

Rep: Il 12/06/2017 in una riunione esclusiva presso l’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente, alla presenza della Senatrice Venera Padua, del Commissario del Libero Consorzio Comunale di Siracusa Giovanni Arnone (nominato dall’ ex Presidente Crocetta), della dott.ssa Rosaria Barresi, della dott.ssa Maria Pia Bottino ed altri  è stato deciso di rispolverare, dopo ben 7 anni,   il progetto del Parco degli Iblei, è stata presentata una nuova perimetrazione del Parco, da sottoporre agli enti locali, alle associazioni e agli stakeholders, ed stato anche stabilito dai soggetti presenti che l’ iter della approvazione doveva completarsi prima della conclusione della attuale legislatura regionale (si evidenzia un interesse particolare). Il Commissario del Libero Consorzio Comunale di Siracusa, GIOVANNI ARNONE  dopo una prima  riunione  andata deserta, ha convocato una seconda riunione per il 4 settembre, stabilendo già  in sede di comunicazione che tutti gli interessati potevano produrre osservazioni entro il termine perentorio del 15 settembre. Nella suddetta riunione del 4 settembre tutti i presenti, ad eccezione dei componenti del Comitato Promotore del Parco, hanno chiesto al Commissario di poter visionare i documenti e gli studi grazie a quali si è pervenuti alla nuova perimetrazione e potere così trasmettere le opportune osservazioni. Il Commissario  ha affermato in quella sede che non era in condizione di produrre tale documentazione  promettendo però che avrebbe pubblicato il tutto nel sito del Libero Consorzio Comunale di Siracusa. In realtà a scadenza del termine perentorio entro il quale si dovevano produrre le osservazioni, il Commissario non ha pubblicato alcunché e i suoi uffici, interpellati, non sono stati in condizioni di fornire o produrre alcuna  documentazione. Nonostante ciò entro il 15 settembre sono state inviate le osservazioni da parte di parecchie Associazioni e Comuni della Provincia che chiedevano tutti al Commissario  di sospendere il provvedimento sia per la mancata visione dei documenti e degli studi che avevano prodotto la nuova perimetrazione, sia perché tale perimetrazione, troppo invasiva (occupa più del 60% del territorio), avrebbe causato un danno gravissimo alla economia della Provincia. Qualcuno chiedeva invece di ripristinare la vecchia perimetrazione a suo tempo proposta dalla stessa Provincia di Siracusa nel novembre 2010.  Il Commissario, disattendendo tutte le richieste pervenute ed abusando a Ns parere della propria carica, con Delibera n°59 e n°63 rispettivamente del 16/11/2017 e del 19/12/2017  deliberava di approvare la nuova perimetrazione in considerazione del fatto che non sono pervenute proposte di modifica nella zonizzazione e nelle norme di attuazione, ma soltanto considerazioni generali dalle quali non può essere desunto alcun elemento emendativo……

Il Disegno …………. è stato compiuto, la missione del  12/6/2017 è andata a buon fine !!!!!!                                                                                                   Basta leggere tra gli allegati alle delibere tutti i pareri contrari alla nuova perimetrazione ed alle norme di attuazione trasmessi dai Comuni e dalle Associazioni (vedi sito: Parco degli iblei Provincia di Siracusa) per rendersi conto che l’operato del Commissario è arrogante, interessato ed inopportuno, perché non tiene affatto conto, anzi se ne infischia, delle istanze a lui pervenute dalle parti interessate che per sua colpa avranno un danno incalcolabile. Presidente della Regione, Assessori Regionali, Deputati Nazionali, Deputati Regionali, Comune di Noto, Comune di Buccheri, Comune di Palazzolo Acreide, Comune di Ferla, Comune di Melilli, Gal Eloro, Fare Ambiente, Ordine Agronomi, Confindustria Siracusa, API Sicilia, CNA, Confagricoltura, Confartigianato, Confcooperative, Allevatori Siciliani, A.N.C.A., Dottor Bonfiglio, Studio Legale Fiorito, Studio Legale Mallia

PRENDETE POSIZIONE PER FAVORE, ALTRIMENTI E’ LA FINE DI UNA PROVINCIA!!!!

                                                                                              Bettina Giarratana