Privacy Policy BOMBA IN UNA PANINERIA. L'AVVOCATO PAOLO CAVALLARO CHIEDE UNA RIUNIONE URGENTE AL PREFETTO CASTALDO – I Fatti Siracusa

BOMBA IN UNA PANINERIA. L’AVVOCATO PAOLO CAVALLARO CHIEDE UNA RIUNIONE URGENTE AL PREFETTO CASTALDO

Ordigno fatto brillare davanti a una panineria di via Piazza Armerina. Il boato alle 4,30 di questa mattina e poi subito dopo tante sirene, polizia, vigili del fuoco etc. Non si è ancora spento l’eco dell’attentato a Hmora di viale Tisia e già arriva un altro avviso per una panineria che anche nei mesi scorsi aveva ricevuto un avviso similare.
“Subito si riunisca il Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica: – dice l’avvocato Paolo Cavallaro – non si sottovaluti un fenomeno che comincia a diventare inquietante. Istituzioni e persone perbene, inoltre, si pongano immediatamente da argine a casi limite come questo e ad altri episodi che sono avvenuti negli ultimi mesi, ma anche a comportamenti quotidiani di illegalità diffusa che raccontano una città in procinto di scivolare indietro di trent’anni. Oppure si dica se già questo regresso c’è stato e tutte insieme le forze positive diano immediati segnali di risposta per costruire una risalita”. Il dirigente provinciale di Diventerà bellissima si rivolge anche al Prefetto Giuseppe Castaldo, affinché riunisca tutte le componenti istituzionali e gli organi di Pubblica sicurezza, dopo l’ennesimo attentato ai danni di un’attività commerciale accaduto nelle prime ore di questa mattina. “E’ ancora più inquietante – ha continuato Cavallaro – che questa recrudescenza accada in concomitanza con una campagna elettorale fondamentale per la Sicilia e per il futuro del nostro territorio”.