Privacy Policy BRUNO MARZIANO SOLLECITA TUTTI GLI ENTI LOCALI A PARTECIPARE AI BANDI PER MIGLIORARE LE STRUTTURE SCOLASTICHE – I Fatti Siracusa

BRUNO MARZIANO SOLLECITA TUTTI GLI ENTI LOCALI A PARTECIPARE AI BANDI PER MIGLIORARE LE STRUTTURE SCOLASTICHE

Scrive l’Assessore Regionale Bruno Marziano a tutti gli enti locali della Sicilia:
“I finanziamenti messi a disposizione dell’edilizia scolastica, con bandi i cui termini sono ad oggi aperti, sono i seguenti:
Avviso Pubblico per la presentazione di proposte progettuali per la realizzazione di interventi di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico. Fondo Europeo di Sviluppo regionale FESR. L’avviso è disponibile sul sito del Miur.
Le risorse assegnate alla Regione Siciliana son pari ad € 115.220.000,00.
Decreto del Ministero dell’Interno del 21 luglio 2017 – Contributo a favore dei comuni compresi nelle zone a rischio sismico 1 a copertura delle spese di progettazione definitiva ed esecutiva, relativa ad interventi di opere pubbliche. La richiesta del contributo, da parte dei comuni compresi nelle zone a rischio sismico 1, dovrà essere inviata al ministero dell’Interno a decorrere dall’11 agosto e fino al 15 settembre 2017, a pena di decadenza.
Le risorse messe a disposizione, per il triennio 2017-2019 sono pari ad € 40.000.000,00.
Fondi per l’efficientamento energetico delle scuole 2016. Il Bando promuove attraverso la concessione di finanziamenti a tasso agevolato (0,25 %), la realizzazione di interventi di efficientamento energetico sugli edifici di proprietà pubblica destinati ad uso scolastico ed universitario, ivi compresi gli asili nido e gli istituti per l’alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM).
Le risorse disponibili ammontano ad € 247.093.955,15 e saranno assegnate sulla base dell’ordine cronologico di ricezione delle istanze, la cui presentazione è stata prorogata con decreto ministeriale alle ore 17.00 del 30 giugno 2018.
E’ di fondamentale importanza, infatti, che gli enti locali si attivino per accedere a tutte le risorse disponibili per garantire il miglioramento delle condizioni strutturali delle scuole siciliane”.