Privacy Policy UN SORRISO E UN ABBRACCIO FRA LINGUANTI E VINCIULLO – I Fatti Siracusa

UN SORRISO E UN ABBRACCIO FRA LINGUANTI E VINCIULLO

L’amicizia, quando è vera, alla fine trionfa. E’ il caso di Enzo Vinciullo, oggi presidente della commissione bilancio all’Ars, e Arturo Linguanti, esemplare della meglio Siracusa, quella che vuole realizzare, fare, andare avanti con ottimismo, anche quando, vedi i giorni che viviamo, motivi di essere ottimisti ce ne sono davvero pochi. Vinciullo e Linguanti si sono ritrovati dopo qualche incomprensione e qualche parola di troppo detta da entrambi. Linguanti come sempre a difendere la sua organizzazione di “putiari” e Vinciullo a spiegare alcune mancanze con la vita frenetica di chi fa politica sul serio. “Tu mi hai snobbato, magari sorridevi ad altri putiari”. “Ma quando mai, sempre un ruolo equidistante e poi figurati se ti snobbavo, per me resti un amico”. Alla fine il duello di fioretto si è concluso con la foto sorridente che pubblichiamo. Dimenticate le incomprensioni? Dimenticate certe differenze? Dimenticati trattamenti inattesi? Non si può dire con certezza, ci vuole il tempo giusto per digerire un malessere che si è portato dentro per mesi e mesi, ma non c’è dubbio che è stato fatto un bel passo avanti.

Esaurita la fase dei necessari chiarimenti si è passati alle novità contingenti della politica. Vinciullo, prima di addentrarsi nelle varie combinazioni possibili, ha confermato il suo motto e cioè “conto su di me”, la stessa battuta che ha reso celebre in un film degli anni novanta il simpatico Jerry Calà.

Dove si candida Vinciullo? Naturalmente alle Regionali. “Abbiamo una lista fortissima – racconta a Linguanti e agli altri – . Ci sono con me anche Pippo Sorbello, Franco Zappalà e Antonello Rizza. Con questa lista arriviamo secondi alle Regionali in tutta la Provincia e penso che possiamo ottenere lo stesso risultato anche alle Nazionali. E’ una bella squadra e sono certo che tutti faranno benissimo. Debbo dire che, senza togliere nulla agli altri, mi ha impressionato moltissimo Franco Zappalà. Franco è cresciuto sotto tutti i punti di vista ed è un competitore certamente corretto e in grado di ottenere qualsiasi risultato”.