Privacy Policy CON LA TESTA E COL CUORE PER IL FUTURO DI MELILLI – I Fatti Siracusa

CON LA TESTA E COL CUORE PER IL FUTURO DI MELILLI

Comizio all’antica del candidato sindaco Pippo Sorbello a Melilli, come si usava una volta. Quindi un confronto coi concittadini in piazza, anche cogliendo gli umori dei presenti e/o rispondendo alla battuta dell’amico o dell’avversario. Sorbello ha spiegato il suo programma per il rilancio di Melilli, un rilancio concreto, pragmatico, basato anche sui dati probanti delle sue precedenze esperienze amministrative. “Non c’è opera pubblica in questo Comune- ha detto Sorbello –  che  non abbia visto il mio impegno diretto. Prima i finanziamenti, che sono sempre arrivati, e sono stati sempre utilizzati, e poi l’opera pubblica che resta lì a dimostrare, anche visivamente, la bontà del mio impegno”. E poi il comizio, le scorrettezze di qualche avversario con vecchi riti (pagamento di bollette, qualche regalia etc), le domande sul come sia possibile mettere in campo per queste elezioni  risorse economiche notevolissime, in ogni caso non in linea coi redditi dei candidati che lo fanno. Ruggini elettorali, in qualche caso magari vecchie ruggini. Ma la parte più importante riguarda la proposta: Dobbiamo mantenere quello che abbiamo, difficile prevedere nuovi investimenti. Occorre quindi un’azione politica di buon senso e avveduta, niente avventure e niente dilettanti in campo. Un sorriso per il rilancio della Siteco con una probabile forza lavoro di 400 posti, per il call center, per altre piccole boccate di ossigeno. Ma il fatto determinante, secondo il candidato sindaco Sorbello, è quello di gestire al meglio le risorse esistenti. Quindi lavoro e occupazione la prima emergenza su cui lottare e su cui muoversi con esperienza e lungimiranza. Quest’ultima, secondo Sorbello, dote sconosciuta a chi purtroppo ha amministrato con vista corta e poco buon senso.

Un Sorbello candidato sindaco agguerrito, battagliero, pronto al massimo impegno per Melilli. “E’ un Comune – ha concluso – che mi ha dato tutto, mi ha reso un uomo e un politico migliore. Oggi è il mio turno, debbo fare tutto quello che posso per Melilli, per il futuro di Melilli e sono qui per mettere a disposizione dei melillesi le mie capacità, il mio buon senso, ma soprattutto il mio cuore”.