Privacy Policy UN ASSESSORE INTOLLERANTE CONTRO L'INTOLLERANZA? – I Fatti Siracusa

UN ASSESSORE INTOLLERANTE CONTRO L’INTOLLERANZA?

Chilometrico intervento dell’assessore Sallicano sulla teoria gender. Qualcuno spieghi i fatti all’assessore Sallicano visto che sembra non tenerne alcun conto. Ci sono stati nei giorni scorsi una serie di interventi di gruppi di genitori che hanno contestato l’entrata nelle scuole di Arcigay e Stonewall per spiegare le differenze e le diversità senza avere nessuna competenza al riguardo. Ma le famiglie e i genitori hanno protestato soprattutto per non essere state informate e per non avere quindi in nessun modo aderito ad Arcigay che indottrina gender al Corbino e su Stonewall che si è già incontrata con il comprensivo Santa Lucia per i bambini delle elementari. Questi i fatti. L’assessore Sallicano, che parla in quanto assessore alla famiglia (?!), invece scrive tutta una fuffa su quello che ci sarebbe dietro questi fatti, insomma legge nel pensiero di genitori, famiglie e di chi lo ha interrogato al Vermexio, tutti soggetti che nemmeno in maniera paludata sono definiti intolleranti e omofobi. E conclude: “Pertanto, sono fuori luogo i toni aggressivi ed allarmistici: nessun insegnamento della masturbazione in età scolare, nessuna confusione circa l’orientamento sessuale, nessuna negazione dell’esistenza dei generi maschio e femmina. È evidente la natura strumentale di campagne basate sulla paura e sulla confusione voluta e cercata per ottenere surrettiziamente la delegittimazione della piena dignità delle persone LGBT.D’altronde, lo stesso uso del termine inglese “gender” (invece dell’italiano “genere”) è già una truffa per produrre confusione e far credere che si vuole introdurre qualcosa di anomalo ed alieno.E legalità e truffa sono concetti e comportamenti irrimediabilmente contrastanti ed antitetici. Tutti dovremmo essere sensibili ai temi del rispetto; purtroppo, alcune posizioni retrive e oltranziste scelgono l’imbroglio intellettuale. Noi scegliamo ed esigiamo il rispetto, la correttezza e la chiarezza”.

Ma di cosa parla? Noi scegliamo rispetto (noi chi?), gli altri sono retrivi, oltranzisti e intellettualmente imbroglioni? Gli altri chi? Le famiglie, i genitori, chiunque non è d’accordo col fatto che Arcigay e Stonewall entrino nelle scuole e indottrinino i nostri figli? Un assessore intollerante contro l’intolleranza?