Privacy Policy DOVE SONO FINITI I 21 MILIONI PER I DANNI DEL NUBIFRAGIO DI OTTOBRE 2021? – I Fatti Siracusa

DOVE SONO FINITI I 21 MILIONI PER I DANNI DEL NUBIFRAGIO DI OTTOBRE 2021?

Ma che fine hanno fatto i fondi della Protezione civile che dovevano servire per i danni causati a Siracusa (a strutture pubbliche e private) ad ottobre del 2021? Perché non c’è nessuna notizia? Perché i siracusani non vengono informati nel bene o nel male? Insomma, com’è finita col nubiofragio di Siracusa a 4 mersi dallo stesso. Ricordiamo che la Giunta di Siracusa ha deliberato la richiesta dello stato di calamità “a seguito degli eccezionali eventi” del 22, 28 e 29 ottobre. Con un allegato in cui si riportano tutti i danni causati dalla prima, violenta ondata di maltempo che ha investito il capoluogo, danni che presentano un conto da 21.705.286,60 euro. Proprio a causa del volume economico monstre dei danni subiti da proprietà pubbliche e private, è stato chiesto l’intervento del Dipartimento Regionale di Protezione Civile, anche attraverso risorse straordinarie da mettere a disposizione della città colpita da eventi atmosferici estremi.
Gli interventi che dovrebbero essere in corso di esecuzione sono stati quantificati in 1,1 milioni di euro mentre tutti quelli da effettuare “per il ripristino delle condizioni originarie di normalità” sono stati stimati in 20.560.000, dopo sopralluoghi ed accertamenti effettuati dai tecnici comunali.
Nel conto dei danni rientra certamente il crollo di via Calabria, con un muro perimetrale letteralmente esploso “a causa di un accumulo eccessivo di acqua piovana”. I detriti hanno distrutto auto in sosta lungo la via e reso impraticabile il tratto stradale, l’acqua ha invaso le abitazioni. C’è poi il cedimento di via Lido Sacramento, la chiusura di via Ascari “per l’impraticabilità a causa della compromissione del manto stradale e dei sottopassi Autodromo totalmente allagati”. E come dimenticare l’odissea vissuta dai residenti della zona Fanusa-Milocca, con gran parte del comprensorio residenziale allagato e con le strade impraticabili. Anche qui danni da risarcire, anche ai privati, che finiscono nel conto da oltre 21 milioni di euro. Ripetiamo. Quattro mesi dopo quali sono le notizie? Perché il Comune continua a tacere?  I privati che hanno perso auto, strutture immobiliari ed altro a chi debbono rivolgersi?