Privacy Policy CARTELLE SBAGLIATE NEGLI UFFICI SBAGLIATI: IL COMUNE ESPONE I CITTADINI A RISCHIO CONTAGIO – I Fatti Siracusa

CARTELLE SBAGLIATE NEGLI UFFICI SBAGLIATI: IL COMUNE ESPONE I CITTADINI A RISCHIO CONTAGIO

Rep: Caro direttore, Le scrivo  sul caso della TASI 2015 che l’ufficio  tributi, “malaintenzionalmente”, ha inviato a tanti contribuenti con l’ingiunzione di pagare tasse, che poi, alla verifica sono state già pagate dagli interessati. Il problema è stato aggravato, in quanto le notifiche invitavano i cittadini a recarsi presso gli uffici di Via Luigi di Caprio,57 mentre, recatisi colà, un avviso dirottava i malcapitati cittadini a rivolgersi, invece, presso gli uffici di San Giovanni!!!!!.Perchè il funzionario responsabile delle notifiche, il dottor Pisana, non ha provveduto in tempo a correggere la nuova ubicazione degli uffici Tributi, facendo girare per tutta la città i poveri cittadini, anche per andare “alla ricerca di posto macchina” che  data la numerosa confluenza dei contribuenti interessati risultava vana e stressante???!!  Inoltre, il provvedimento ha causato, in periodo di Covid, il concentramento di tanti cittadini che sostavano davanti l’ufficio Tributi in attesa del loro turno, con grave pericolosità di contagi. Infine, la maggior parte delle ingiunzioni a pagare la TASI 2015 sono risultate nulle, visto che queste tasse erano state già pagate dai contribuenti!! A questo punto, si può pensare che il su nominato dirigente ha emesso, impropriamente delle notifiche di accertamento e messo a repentaglio la salute dei cittadini, soprattutto quelli più anziani più ad alto rischio!!

Francesco Veneziano