VINCIULLO: IL 15 SETTEMBRE RIAPRONO LE SCUOLE E AL VERMEXIO DORMONO..

Rep: Il 15 settembre inizia il nuovo anno scolastico, con esigenze totalmente diverse e nuove rispetto allo scorso anno per la necessità di garantire il diritto alla salute ed alla sicurezza degli studenti e delle studentesse, nonché di tutti gli operatori scolastici. Lo dichiara Vincenzo Vinciullo.
Ad oggi, nessuna conferenza di servizi è stata indetta dal Comune di Siracusa per concordare con i dirigenti scolastici, i sindacati e i rappresentanti dei genitori l’avvio di tutte le attività operative in sicurezza, avendo particolare cura nei confronti degli studenti con disabilità a cui, da subito, vanno garantiti i servizi di integrazione scolastica.
Gli studenti e i bambini devono tornare in classe, ma per tornare in classe occorrono più locali e maggiori servizi.
Inoltre, ha proseguito Vinciullo, in attesa che dal Ministero si autorizzi lo sdoppiamento delle classi pollaio, autorizzazione che deve arrivare necessariamente, noi non possiamo farci trovare impreparati.
Mi rivolgo, quindi, all’Amministrazione Comunale di Siracusa per sollecitarli a fare quello che stanno già facendo le rimanenti città italiane, cioè ad aprire gli occhi e non continuare a dormire su un problema così serio.
Ma, ha concluso Vinciullo, l’esperienza degli asilo nido dimostra che questa amministrazione ha fatto dell’indifferenza e dell’incapacità il leit motiv della sua esistenza, per questo le famiglie e gli operatori del settore sono preoccupati.