I CANI TROVANO LA DROGA E PASSA DAI DOMICILIARI AL CARCERE

Nel corso della giornata di ieri a Noto, i Carabinieri della Stazione di Testa dell’Acqua, hanno tratto in arresto, in ottemperanza all’ordine di sospensione cautelativa delle misure alternative, Paternò Massimo, classe 1980.

All’uomo è stato revocato il beneficio della misura alternativa alla detenzione in carcere della detenzione domiciliare in quanto, durante diversi controlli effettuati presso la sua abitazione e le sue pertinenze, anche grazie all’ausilio di equipaggi cinofili dell’Arma, l’uomo è stato trovato in possesso di della sostanza stupefacente, per la quale si è proceduto a deferirlo in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Siracusa. Pertanto il Paternò è stato tratto in arresto per la violazione delle prescrizioni impostegli e, espletate le formalità di rito, associato presso la casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.