Privacy Policy IL SINDACO CARTA REPLICA A GENNUSO: LEGGI QUALCHE LIBRO, LA CULTURA FA BENE – I Fatti Siracusa

IL SINDACO CARTA REPLICA A GENNUSO: LEGGI QUALCHE LIBRO, LA CULTURA FA BENE

Rep: Ternullo ricattata per restare in giunta ? Falso e mi aspetto immediata smentita dalla stessa.
Si vuole a tutti i costi far passare il messaggio che  io ho escluso qualcuno dalla Giunta, quando non è così!
Mi meraviglio che si dia il consenso e si presti la propria faccia alla divulgazione di fake  su stampa spazzatura dove vengo accusato addirittura di ricatti.
E mi dispiace come non ci si accorga che far finta di non prendere posizione sia un giochetto della più bassa sprezzante e sporca politica che rivela la totale assenza di contenuti e non esimera’ dalle conseguenze che tali gravissime affermazioni avranno. Comprendo il contraccolpo incassato dalla testata giornalistica ai pochi like ricevuti nelle ultime ore  sull’argomento, ma addirittura degradare a certi livelli!
Nutro profonda stima e rispetto  per quella parte di stampa e di giornalisti seri, lontani dai pennivendoli al soldo di qualche politico. E ricordo a me stesso a quale triste epilogo ha condotto diversi mesi fa siffatto modo di fare notizia da parte di certi giornalisti locali.
E mentre sottraggo ai problemi concreti prezioso tempo per  leggere tali calunnie, sorrido  per la tempestività con cui giunge l’altra notizia su Nuovo Sud del deputato Gennuso, che mi taccia di essere distratto e di non pensare alla salute dell’ambiente e dei miei cittadini. E distratto lo sarei diventato ovviamente dopo la nuova Giunta.
Capisco che siano tempi in cui la mediocrità rischia di essere esaltata, ma quanta improvvisazione!
Sono stato così distratto che per la prima volta nella storia politica di Melilli ho partecipato a tutte le Conferenze di Servizi per il rilascio delle autorizzazioni AIA alle imprese della zona industriale e non ed ho ottenuto l’inserimento di tutte le prescrizioni richieste dal Comune di Melilli per la tutela dell’ambiente.
Carta è così distratto che ha impedito la nascita di nuovi impianti dentro e limitrofi al nostro territorio, ascoltando le istanze dei cittadini.
Carta é così distratto che ha messo in sicurezza le discariche presenti sul territorio di Melilli ed ha sequestrato diverse discariche abusive dove veniva smaltito anche amianto.
All’attento e acuto Gennuso invece il distratto Carta ricorda che è deputato regionale e che da quando è stato eletto è stato assente dal nostro territorio e che in tutta la sua onesta e onorata  carriera politica non è stato in grado di portare un solo finanziamento per il Comune di Melilli, ricordandosi di noi solo a ridosso delle elezioni Regionali.
Il distratto Carta ricorda all’attento Gennuso che il suo gruppo Popolari e Autonomisti ha espresso diversi assessori regionali tra i quali anche l’ Assessore all’ambiente che da perfetto assente,  non ha partecipato ad alcun tavolo sull’ambiente, dimostrando il disinteresse suo e di Gennuso alla salute dei Melillesi.
Che ne sa Gennuso delle battaglie giudiziarie contro i colossi industriali che per la prima volta il Comune di Melilli ha deciso di affrontare per l’amore che nutre per la sua terra.
Ricordo ancora a Gennuso come la mia distrazione abbia prodotto una delle conferenze più importanti tenutesi a Melilli sul tema dell’ambiente che ha avuto massima partecipazione della cittadinanza, nella quale sono stati forniti dati, notizie e risposte.
L’arguto Gennuso illumini il distratto Carta sul numero delle proposte di legge che ha avanzato nella sua carriera politica per la tutela e la salvaguardia delle popolazioni  del triangolo industriale.
Su altro versante rammento all’onorevole che il sindaco rappresenta un territorio ed è ovvio che debba necessariamente intrattenere rapporti anche con la zona industriale. L’ Onorevole Gennuso che più volte ha espresso membri del CDA in società miste pubblico-private, dovrebbe comprendere come oggi la totale assenza e l’abbandono in tali realtà,  della deputazione regionale che lui rappresenta, rende ancor più necessaria la presenza incisiva di Melilli che deve colmare il disinteresse di Gennuso.
Infine, prima di tentare invano di infangare il mio nome,  lo invito a farsi raccontare bene le dinamiche interne che hanno determinato la  Ternullo a scegliere di non far parte della Giunta,  chiedere magari al presidente del Consiglio Cutrona chi chiesto a chi di dimettersi, e solo dopo potrà  esprimersi sul punto. Nel frattempo e mentre organizza la conferenza stampa a Melilli, come ha preannunciato,  lo invito a dedicarsi alla lettura di qualche libro interessante, come sto facendo io nei pochi attimi lontano dai mille impegni, perché sto imparando che la cultura rende migliori ma soprattutto liberi.

Giuseppe Carta

sindaco di Melilli