Privacy Policy CONTAMINAZIONI DEL PIFFERO, ITALIA RACCONTA FAVOLE, PER L'EVENTO DEL 5 MAGGIO AL TEATRO COMUNALE (????) SI PAGANO DAI 40 AI 90 EURO – I Fatti Siracusa

CONTAMINAZIONI DEL PIFFERO, ITALIA RACCONTA FAVOLE, PER L’EVENTO DEL 5 MAGGIO AL TEATRO COMUNALE (????) SI PAGANO DAI 40 AI 90 EURO

Rep: Sarà dedicato al tema delle “Contaminazioni” il primo Tedx organizzato a Siracusa il prossimo 5 maggio, che accoglierà 8 ospiti nazionali e internazionali sul palco del Teatro Comunale per raccontare la propria idea e la propria esperienza di società in cambiamento. “Abbiamo preso spunto dall’idea di contaminazione – raccontano Mario Alessandra, Ilaria Alessandra e Renata Giunta, organizzatori del format a Siracusa-  interpretandolo come processo in atto nella società globale che coinvolge comunità e generazioni diverse, con la capacità di sovvertire il corso degli eventi. Sarà una bella occasione per tutti coloro che vogliono guardare oltre i limiti del quotidiano per lasciarsi ispirare da storie e personalità di grande impatto”.

Gli otto ospiti provengono dal mondo dell’imprenditoria, dell’economia, della comunicazione e della scienza. Dalle testimonianze legate al mondo dell’innovazione digitale e non, come  Giovanni De Lisi, imprenditore e fondatore di GreenRail, nominato da Wired una delle 50 persone più influenti al mondo digital del 2017, Luca Colombo, country manager Italia di Facebok, John Peter Sloan, artista eclettico e noto per aver contribuito a diffondere l’apprendimento della lingua inglese con il suo “Instant English” e  Sonia Massari, direttrice di Gustolab, ricercatrice in ambito food e design, alle personalità più istituzionali, come Gregorio De Felice, Chief Economist,  Intesa Sanpaolo e Maria Pia Abbracchio, scienziata e presidente della Fondazione Filarete, passando poi per esperienze nell’ambito sociale e culturale con Lorenzo Marini, pubblicitario, artista e scrittore e Riccarda Zezza, imprenditrice sociale e co-autrice del metodo di apprendimento MAAM (La maternità è un master). “Che una grande organizzazione internazionale – dice il vice sindaco, Francesco Italia – abbia scelto la nostra citta per tenere un incontro è la conferma delle grande forza attrattiva che essa riesce ad esprimere, frutto dell’attento lavoro di valorizzazione delle sue indiscutibili potenzialità svolto in questi anni. Anche il tema scelto mi sembra particolarmente consono: la nostra idea di Siracusa, città antica e da sempre aperta al mondo, fa delle contaminazioni un tratto caratteristico da cui trarre spunti e conoscenze per scelte di crescita sociale e culturale oltre che economica”.

 

Qui sopra il comunicato. Alcune domande. 1) Che diavolo c’entra il teatro comunale con una iniziativa di marketing? 2) Quando al teatro comunale una stagione teatrale con direttore artistico? 3) L’assessore al ramo deve ancora gestire il teatro come un magazzino dove è possibile ospitare e fare di tutto? 4) E’ falso che una grande organizzazione internazionale abbia scelto Siracusa per tenere un incontro. Non è così. Chi vuole partecipare all’incontro deve sborsare dai 40 ai 90 euro. Altro che forza attrattiva, questo è business. 5) Nessuna si vergogna per queste contaminazioni?