Privacy Policy L'ASSESSORA INTOLLERANTE LITIGA CON VINCIULLO. SCROFANI TROVA RISPARMI, MA DOPO TANTI SPRECHI, SERVIRANNO PER I SERVIZI? – I Fatti Siracusa

L’ASSESSORA INTOLLERANTE LITIGA CON VINCIULLO. SCROFANI TROVA RISPARMI, MA DOPO TANTI SPRECHI, SERVIRANNO PER I SERVIZI?

Due assessori comunali dopo essere scomparsi per le feste si fanno vivi . Purtroppo niente di concreto per Siracusa, solo chiacchiere.

Partiamo dal primo, anzi dalla prima.

“La sottoscritta non tollererà ingerenze né da parte dell’ex deputato regionale Vinciullo, né di altri, volte ad ostacolare questa opera di ripristino della legalità e della buona scuola, se non per dare consigli costruttivi sull’argomento”. E’ quanto dice fra l’altro l’attuale assessora alle politiche scolastiche, Roberta Boscarino dopo un intervento dell’onorevole Vinciullo che contestava una delibera di giunta per razionalizzare i plessi scolastici, a poche settimane dal tutti a casa. Alcune considerazioni:

  • Invece di pensare alla razionalizzazione dei plessi scolastici sarebbe opportuno mettere subito in sicurezza i plessi scolastici, questa è l’unica cosa concreta che può fare l’intollerante assessora. La dottoressa Giuffrida infatti, difendendo le dirigenti scolastiche e attaccando frontalmente gli amministratori comunali, ha più volte detto, e scritto, che la maggioranza di queste scuole, viste le condizioni in cui versano,  andrebbero chiuse e consegnate al Prefetto. Questa dovrebbe essere la priorità per ridare tranquillità a centinaia di famiglie siracusane.
  • Ha ragione Vinciullo quando scrive che questa amministrazione ha solo fatto danni e che in ogni caso i problemi di programmazione non le appartengono più. Ci penseranno il prossimo sindaco e la prossima giunta. E’ un dato di fatto. Fra quattro mesi la Garozzo Band diventerà un ricordo, per quanto ci riguarda, un cattivo ricordo.
  • Il comitato “La scuola per tutti” ha chiesto con una nota di dire basta a polemiche sterili e di fare una riunione programmatica al Provveditorato, con la presenza di tutti gli attori interessati. L’assessora però lascia cadere e si dà da fare solo per dare a Vinciullo dell’ex deputato. Per conoscenza dei problemi sembra Di Maio quando parla di De Gasperi.

L’altro assessore è Gianluca Scrofani che scrive:  “Supera i 183mila euro, per il solo anno 2012, l’ammontare delle somme che il Comune potrà recuperare da Iva ed Irap e versate nel corso degli anni allo Stato per attività di tipo commerciale legate all’espletamento dei servivi. Abbiamo già iniziato  l’esame degli atti relativi al 2013 per poi proseguire fino all’esercizio 2017 e, dai primi riscontri, non dovremmo allontanarci molto dai dati del 2012. Sono somme che, una volta incassate, andranno a consolidare le finanze comunali e potranno essere destinati a investimenti e servizi in favore dei cittadini”.

Ecco, che questi risparmi verranno destinati per servizi ai cittadini ci sembra solo una battuta visto che il Comune ha speso in due settimane 100mila euro per amenità discutibili non erogando nessun servizio per i cittadini e lasciando tutto il litorale allo sbando, penalizzato oltre ogni misura così come anche la generalità delle strade della città, scassate e non illuminate.