Privacy Policy ANCORA LASTRE DI AMIANTO NELLA DISCARICA DI VIA SAN CATALDO. COPERTONI E SANITARI IN GRAN QUANTITA', MA COMUNE E ASP IGNORANO SALUTE E SICUREZZA – I Fatti Siracusa

ANCORA LASTRE DI AMIANTO NELLA DISCARICA DI VIA SAN CATALDO. COPERTONI E SANITARI IN GRAN QUANTITA’, MA COMUNE E ASP IGNORANO SALUTE E SICUREZZA

La foto allegata è di stamattina, il che dimostra ancora una volta che il sindaco Garozzo, l’assessore all’Ambiente Coppa e il commissario dell’Asp non hanno fatto nulla per la pericolosa discarica di via San Cataldo. Come si vede è aumentata la quantità di amianto, anche i copertoni, i sanitari scassati, la spazzatura. Il Comune ne l’Asp continuano ad ignorare che le mucche pascolano fra copertoni e amianto e sono evidenti rischi e contaminazioni in casi del genere. Garozzo e Coppa avrebbero già dovuto disporre l’eliminazione di questa discarica così pericolosa e la recinzione del sito visto che la strada, via San Cataldo, finisce con la discarica e non porta da nessuna parte se non in aperta campagna.

Abbiamo scritto il 14 gennaio scorso: “Via San Cataldo è la strada dell’ingresso secondario dell’istituto comprensivo Giaracà. Come dire che è a un passo da un istituto frequentato da centinaia di persone: bambini, insegnanti, assistenti scolastici etc. Via San Cataldo è anche una strada che non ha sbocchi, finisce con la campagna. Proprio per questa situazione logistica è stata scelta come discarica preferita da mascalzoni e manigoldi. Diciamo mascalzoni e manigoldi visto che decine decine di copertoni sono stati lasciati in questa minidiscarica e gli stessi poi verranno bruciati con l’inquinamento di tutta la zona che è assai abitata. Ieri abbiamo visto una multipla che scaricava sanitari proprio accanto a decine di copertoni che sono in questo posto ormai da diverse settimane, ma non abbiamo fatto in tempo a intervenire visto che l’autista, che era forse un indiano, è scappato via come se fosse inseguito dal diavolo. Ecco questa è la situazione. Sindaco Garozzo, assessore Coppa, volete fare un intervento serio e definitivo in questa strada, magari recintando il tratto finale ed impedendo di fatto il formarsi di una nuova discarica? C’è di mezzo la salute dei residenti, dei bambini del Giaracà, del vivere civile”.

Il 16 gennaio siamo tornati sull’argomento. Il sindaco Garozzo e l’assessore Coppa non hanno fatto nulla, magari una discarica con cessi e copertoni non frutta elettoralmente. Oggi però c’è di più. La discarica in fondo a via San Cataldo si è arricchita di lastre di amianto, vogliamo proprio vedere se chi amministra continuerà ad ignorare questo ulteriore pericolo per la salute dei residenti e dei bambini che frequentano la scuola con l’ingresso sulla stessa strada.

Il 17 gennaio sono arrivate decine di mucche a pascolare fra rifiuti tossici pericolosi.

il 19 gennaio scrivevamo: “Abbiamo constatato che Comune, Igm e Asp non hanno nessuna intenzione di fare nulla. Invieremo questo report per conoscenza al Procuratore della Repubblica di Siracusa, dottor Giordano”.
Oggi è il 29 gennaio Comune e Asp se ne fregano anche della segnalazione alla Procura. I copertoni aumentano ed aumenta in maniera esponenziale l’amianto. Una discarica che cresce grazie al chissenefrega di lor signori.