Privacy Policy IL RIESAME: RIZZA DEVE RESTARE FUORI PRIOLO. IL PM BRIANESE CHIEDE CHE VENGANO RIPRISTINATI GLI ARRESTI DOMICILIARI – I Fatti Siracusa

IL RIESAME: RIZZA DEVE RESTARE FUORI PRIOLO. IL PM BRIANESE CHIEDE CHE VENGANO RIPRISTINATI GLI ARRESTI DOMICILIARI

Antonella Rizza non può mettere piede a Priolo, anzi il Pm Brianese ha chiesto che vengano ripristinati gli arresti domiciliari. Antonello Rizza, ex sindaco di Priolo e candidato alle Regionali per Forza Italia, dovrà quindi completare la campagna elettorale senza poter mettere piede nella sua Priolo. A confermarlo sono stati i giudici del Tribunale del Riesame di Catania che hanno rigettato l’istanza degli avvocati dell’ex primo cittadino, coinvolto nell’operazione “Res publica” per irregolarità nella gestione degli appalti pubblici.
Gli avvocati Domenico Mignosa e Tommaso Tamburino, attendono adesso il deposito delle motivazioni per impugnare il provvedimento dinanzi alla Corte di Cassazione.
Il tribunale del Riesame, intanto, ha rigettato anche i ricorsi presentati per i due funzionari del Comune di Priolo coinvolti nell’inchiesta della Procura, Salvatore Cirnigliaro e Flora La Iacona, a cui è stata applicata e, quindi, confermata, la misura personale della presentazione alla polizia giudiziaria.
E’ passata la linea sostenuta dal pm Margherita Brianese, che ha impugnato anche il provvedimento meno afflittivo per l’ex sindaco Rizza del divieto di dimora nel comune di Priolo per ripristinare la misura cautelare degli arresti domiciliari. L’udienza per discutere questo ricorso è stata fissata per il 29 novembre, sempre a Catania.