Privacy Policy INSIEME PER CAMBIARE: SCUOLE A RISCHIO A CANICATTINI BAGNI, SUBITO UN CONSIGLIO COMUNALE – I Fatti Siracusa

INSIEME PER CAMBIARE: SCUOLE A RISCHIO A CANICATTINI BAGNI, SUBITO UN CONSIGLIO COMUNALE

Rep: Tutti i consiglieri di minoranza, del gruppo politico Insieme per cambiare, hanno chiesto in data 13 ottobre 2017 al Presidente del Consiglio Comunale Paolo Amenta la convocazione di un consiglio comunale straordinario avente ad oggetto i seguenti punti:
Stato di sicurezza degli edifici scolastici a Canicattini Bagni;
Stato dell’arte del progetto di riqualificazione urbana della zona ovest e di via Grimaldi;
Misure adottate per il progetto di riqualificazione urbana di via Alfeo e zone limitrofe.

Il 24 ottobre 2017, perché sollecitato dal nostro interessamento, il Presidente del Consiglio comunale ha convocato la riunione dei capigruppo per il giorno 26 ottobre 2017, nella quale si è discusso dell’importanza degli argomenti indicati e da inserire all’ordine del giorno, come chiesto dai Consiglieri di minoranza.
Alla detta riunione il capogruppo di minoranza, Cons. Calabrò, ha proposto di convocare il consiglio comunale per il 31 ottobre 2017. Ma il Presidente del Consiglio comunale Paolo Amenta, evidenziando di essere candidato alle prossime elezioni regionali del 5 novembre 2017, pertanto molto impegnato e ritenendo che gli argomenti da trattare non avessero una scadenza tale da giustificare la convocazione per la data proposta dalla minoranza (ed in periodo prefestivo), ha dichiarato che convocherà il consiglio comunale per una data successiva alle elezioni regionali, anche per non trasferire all’interno dello stesso la competizione elettorale.
Il consigliere di minoranza Calabrò ha insistito affinché la convocazione fosse fatta al più presto, vista l’importanza degli argomenti proposti e nel rispetto dei termini.
Fino a questo momento comunque non è stato ancora convocato il Consiglio Comunale né per la data proposta dalla minoranza né per quella proposta dal Presidente.

Ci dispiace che il Presidente Paolo Amenta anteponga il suo impegno elettorale all’impegno istituzionale, anche a rischio delle critiche che ne conseguono.

Ci auguriamo di poterci confrontare con l’Amministrazione comunale e la maggioranza nelle sedi istituzionali, che per noi resta il Consiglio Comunale.
Noi eravamo pronti a farlo stasera.
Ma non è dello stesso avviso il Presidente Paolo Amenta.

Insieme per cambiare