Privacy Policy PIPPO SORBELLO SUL VOTO A MELILLI: C'ERA UN SODALIZIO PER LA PRESA DELLA BASTIGLIA – I Fatti Siracusa

PIPPO SORBELLO SUL VOTO A MELILLI: C’ERA UN SODALIZIO PER LA PRESA DELLA BASTIGLIA

Scrive Concetto De Simone: Una conferenza stampa sugli imbrogli elettorali a Melilli quella di Pippo Sorbello che non ha deluso le attese. Un intervento il suo a ruota libera che non ha risparmiato nessuno. Ci sarebbero almeno 10 componenti della squadra che sosteneva Carta, che avrebbero fatto pressioni e minacce ai cittadini – elettori. Fra questi dieci, tre elementi che sarebbero vicini alla malavita di Melilli, Villasmundo e Città Giardino. Sorbello ha pure accusato il sindaco di Priolo, Antonello Rizza, di fortissime ingerenze, in questa campagna elettorale. “Hanno minacciato le aziende della zona industriale per accaparrarsi i voti, molti dei quali sono stati comprati”. Non mancano le accuse neppure al direttore delle Poste di Città Giardino che, secondo Sorbello “ha minacciato i pensionati per fare votare il mio avversario”. Accuse anche all’ex sindaco di Melilli, Pippo Cannata per la nomina dei presidenti dei seggi, dopo la rinuncia di quelli che erano stati designati dalla Corte d’Appello di Catania. Sorbello evita di fare i nomi, perchè c’è in corso un’indagine della magistratura. Era stato organizzato, sostiene Sorbello, un sodalizio per la presa della Bastiglia, ovvero il Comune di Melilli. Tutto quello che ha detto oggi in conferenza stampa, è stato già riferito al PM.