Privacy Policy ANZIANI: SALLICANO SMENTISCE. SORBELLO E VINCI DOCUMENTI ALLA MANO: IL SERVIZIO ERA GIA' SOSPESO. IMPROVVISATORI INCAPACI – I Fatti Siracusa

ANZIANI: SALLICANO SMENTISCE. SORBELLO E VINCI DOCUMENTI ALLA MANO: IL SERVIZIO ERA GIA’ SOSPESO. IMPROVVISATORI INCAPACI

Rep: “L’Amministrazione comunale è in prima linea per risolvere la problematica venutasi a creare, senza alcuna responsabilità imputabile al Comune, in ordine all’assistenza in favore degli anziani ultra sessantacinquenni non autosufficienti”: lo dichiara l’assessore alle Politiche Sociali, Giovanni Sallicano, in merito ad alcune notizie apparse sulla stampa in merito all’erogazione del servizio.

Continua Sallicano: “Spiace leggere interrogazioni inviate per mezzo stampa da consiglieri comunali, la cui preoccupazione maggiore sembra quella di accusare piuttosto che di essere informati o di informare correttamente. Si possono capire: la campagna elettorale è alle porte e devono garantirsi visibilità. Tali esigenze, però, spesso confliggono con la rappresentazione veritiera della realtà, che è più complessa di quanto si voglia fare apparire. Ed allora, perché la verità sia ristabilita e non sia fatto mero scandalismo di stampo superficiale-populistico, occorre conoscere i termini della vicenda”. Sallicano ricorda che l’assistenza a questi anziani erano assicurati grazie ai Fondi Pac, di provenienza ministeriale, che non sono stati più prorogati.

“L’Assessorato- conclude Sallicano- ha interessato per tempo il Ministero dell’Interno, competente in materia, per sollecitare il reperimento di altri fondi utili, ma allo stato la risposta non è stata positiva. Si è ottenuta la convocazione dell’apposita Commissione ministeriale che gestisce tali misure di assistenza, la cui riunione è prevista entro la prima metà del mese di giugno. Contemporaneamente, in attesa di una soluzione più a lungo termine ed in armonia con le esigenze di bilancio e le sue note ristrettezze (che riguardano tutti gli Enti locali), sarà garantita comunque l’assistenza in questione intanto per il mese di giugno, seppur per un monte ore lievemente ridotto”.

La risposta alla nota di Sallicano è secca:

Non ci interessano i riconoscimenti, ma all’assessore Sallicano, che lancia ridicole accuse di strumentalizzazione, rispondiamo che il servizio di assistenza domiciliare era stato sospeso ieri e a partire da domani, come si evince dalla nota ufficiale (prot. 10098 del 30.5.2017) che alleghiamo.

Oggi, a seguito del nostro intervento, hanno capito di averla fatta grossa ed hanno effettuato una precipitosa marcia indietro. Resta comunque l’amarezza per il disorientamento che loro hanno causato a tanti anziani e alle loro famiglie. Continuano ad operare improvvisando ma a farne le spese sono purtroppo le persone fragili, per l’incapacità di chi cerca di farsi pubblicità politiche.

Cetty Vinci – Salvo Sorbello