Privacy Policy VOGLIONO TOGLIERE LA SPIAGGETTA AI SIRACUSANI – I Fatti Siracusa

VOGLIONO TOGLIERE LA SPIAGGETTA AI SIRACUSANI

Riceviamo e pubblichiamo:

Egregio Signor Sindaco  le vorrei sottoporre un situazione poco piacevole confidando nella sua sensibilità di primo cittadino.  Lei sa benissimo che la ” spiaggetta ” di Fontane Bianche è la spiaggetta dei Siracusani. Intere generazioni sono cresciute proprio in questo bellissimo golfetto pian piano invaso  dall’imprenditoria locale. Poche sono le spiagge pubbliche ma i siracusani, legati alle tradizioni, si sono sempre accontentati del poco che avevano, cercando di non lamentarsi ed adattarsi alle  esigenze dei nuovi imprenditori. Cosi è nata una sorta di comprensione e adattamento. E’ da tempo che vediamo parte di quella stradina sopra la falesia devastata, l’abbiamo constatata insieme, ricorda?, una giornata bellissima determinata dal fatto che il sindaco scendeva dal palazzo Vermexio confondendosi tra i cittadini per verificare le varie magagne della zona. Esaltante direi nel momento in cui  l’illuminazione della piazza si è accesa. Noi siamo i suoi occhi e le sue orecchie, ci siamo detti. Per questo dopo un incontro straziante con una vecchia e malata coppia che aveva l’abitudine di scendere nella nostra spiaggetta, ho saputo che sono state eliminate le scale in legno che portavano in spiaggia. E’ mai possibile? Li ho consolati e mi sono subito proposta  di scriverle di quanto succedeva. Passare da un posteggio privato o da una scalinata lunghissima e  scomoda ai  più anziani, quando da sempre abbiamo tutti utilizzato una scala in legno che accedeva direttamente alla spiaggia libera? Per noi rimane davvero uno schiaffo in pieno viso oltre quelli ricevuti negli anni passati. Confidando nel suo buon senso e nella sua sensibilità di buon siracusano mi auguro che sia solo un errore da parte mia e che presto possa essere ristabilita la scala di legno per accedere alla spiaggetta dei siracusani.

 Silvia D ‘Arrigo

presidente dell’associazione ” io amo Fontane Bianche”