Privacy Policy NASCE ORIZZONTE SIRACUSA – I Fatti Siracusa

NASCE ORIZZONTE SIRACUSA

Si è svolta stamattina, presso il Jolly Aretusa Palace Hotel di Siracusa, la conferenza stampa di presentazione del nuovo movimento civico “Orizzonte Siracusa”.

Ad illustrare caratteristiche e finalità del nuovo soggetto civico il Consigliere comunale Avv. Dario Tota, l’Avv. Salvatore Piccione, il Generale dell’Esercito italiano Giuseppe Petralito e il Dott. Giuseppe Garro.

«Con la presentazione odierna di “Orizzonte Siracusa”, diamo ufficialmente il via a un percorso che prevede la creazione di una lista di candidati alle prossime elezioni amministrative siracusane». Esordisce così, senza troppi preamboli, Dario Tota, servendosi di una metafora sportiva per chiarire lo spirito alla base del movimento: «Come una squadra di rugby, passiamo indietro la palla e avanziamo tutti insieme. Siamo un gruppo di amici e colleghi, abbiamo creato Orizzonte Siracusa perché vogliamo ritagliarci il nostro spazio all’interno del dibattito politico cittadino e vogliamo fare qualcosa per la nostra città. Ci unisce la comune voglia di cambiare le cose che non funzionano e, per farlo, ci mettiamo la faccia. Abbiamo deciso di scendere in campo e diventare un punto di riferimento per i cittadini che, disillusi, hanno rinunciato a partecipare alla vita pubblica e non vanno più nemmeno a votare». Tota spiega, inoltre, che la lista non presenterà un proprio candidato sindaco: «sceglieremo il nostro candidato tra quelli che si presenteranno quando i tempi saranno maturi, anche se abbiamo già chiaro in mente l’identikit del candidato sindaco che vogliamo e le caratteristiche imprescindibili che dovrà avere».

 

Si riallaccia all’introduzione di Tota l’avvocato Salvatore Piccione: «prima di iniziare quest’avventura ci siamo confrontati a lungo con Dario, se non altro perché veniamo da esperienze – anche ideologiche – diverse. Siamo stati concordi, però, su tante cose e, in particolare, su una: a Siracusa manca il merito. Non intendiamo supplire alla politica, ma vogliamo partecipare prendendoci il nostro spazio. In questa situazione generale che è sotto gli occhi di tutti, in cui l’ideologia viene a mancare e i partiti si frantumano, abbiamo pensato a un progetto di larghe vedute. A questo allude l’Archimede del nostro simbolo che guarda l’orizzonte, pronto a incendiare le navi romane. Abbiamo deciso di mettere il nostro gruppo, che è un gruppo spontaneo, a disposizione di chi ha competenze, professionalità, voglia di fare e di partecipare. Siamo consapevoli che sarà una campagna elettorale lunga e che nessuno ci farà sconti, ma dobbiamo renderci conto che non è più possibile delegare ad altri il governo di questa città».

 

In chiusura, l’intervento di Giuseppe Garro, docente e dottore commercialista, che si è soffermato sulla necessità di una nuova prospettiva per affrontare le sfide future: «È giusto fare l’analisi della situazione attuale, ma noi vogliamo anche guardare avanti, perché in questa città ci sono forze sane che hanno a cuore il bene comune. Occorre riflettere su cose concrete e, in particolare, su un’adeguata conoscenza della macchina amministrativa senza la quale non si possono dare risposte adeguate. Gli enti locali devono, ormai, ragionare secondo una logica aziendale, tenere conto di benefici, costi e risultati, imparare a essere un sistema coordinato di uomini e mezzi. Siracusa deve puntare sullo sviluppo economico perché è da questo che passa il nostro benessere. E lo sviluppo economico non può essere considerato come una cosa aleatoria. Significa valorizzare le nostre grandissime risorse per attrarre e indurre soggetti esterni a investire qui, dando opportunità, per esempio, ai giovani. Auspico, quindi, un confronto sulla città e sull’interesse comune e collettivo».

A conclusione della conferenza stampa, Dario Tota ha ringraziato il Generale Petralito per la sua presenza e il suo appoggio: «coloro che si sono spesi per il nostro Paese e che sono portatori dei valori in cui crediamo meritano di stare in prima linea».