Privacy Policy CICCIO MIDOLO: SIRACUSA NEL CAOS, BASTA ARIA FRITTA – I Fatti Siracusa

CICCIO MIDOLO: SIRACUSA NEL CAOS, BASTA ARIA FRITTA

Ciccio Midolo, cosa pensi dei lavori con cemento a valanga alla Borgata? Lavori iniziati da diversi mesi in piazza Euripide, in via Piave e strade collegate e che dovrebbero concludersi addirittura nel 2022?

I lavori di riqualificazione di piazza Euripide e in altre strade della Borgata sono l’esempio della cementificazione violenta e, se vogliamo, del predicare bene e razzolare male da parte di soggetti che si spacciano per ambientalisti per poi essere i peggiori cementificatori. Lavori non programmati o, peggio, programmati male. Come si fa a danneggiare in maniera così vistosa il commercio? Come si può dire alle attività commerciali che già hanno subito la pandemia di fare a meno anche del Natale grazie a cantieri improvvisati e che di fatto impediscono a questi lavoratori di poter tirare avanti e mettere qualcosa nelle casse semivuote.  

Sei stato amministratore, riesci a capire per quale motivo quasi tutte le strade cittadine sono impraticabili ormai da anni?

E’ incomprensibile. Abbiamo tanta incompetenza che mischiata all’arroganza ci ha portati nelle condizioni in cui siamo. Le nostre strade sono un percorso di guerra. La manutenzione viene fatta soltanto dai cittadini volontari. Vorrei sapere dove succede una cosa simile in quale altro capoluogo d’Italia. E’ una vergogna assoluta che i siracusani non meritano. Le strade sono trazzere e il sindaco parla di rimpasti, di altri assessori, litiga con questo e quello, insomma avviene tutto davanti agli occhi dei miei concittadini e ognuno è libero di dire la sua.

Sei per i vaccini o sei un no vax? Ti convince la stretta antidemocratica del governo? Mario Monti dice che anche l’informazione va dosata..

I vaccini sono l’unica arma per combattere questa pandemia. Su questo non accetto nessuna deroga, ci sono stati e ci sono milioni di contagi e milioni di morti, far finta che non esistano e non sono mai esistiti è un delirio. In ogni caso ognuno è libero di fare la sua scelta ed è in ogni caso inquietante il messaggio del professor Monti che parla di dosare l’informazione, come avviene nei regimi dittatoriali. 

Hai lanciato la proposta di un sindaco donna, perché? Pensavi a qualcuno o ritieni che sia una scelte strategica, come dire, al passo coi tempi

La mia è una posizione, anzi una convinzione che ho da molto tempo. Come ho sempre affermato le donne hanno una marcia in più rispetto a noi uomini. Sono toste, combattive e più sensibili alla risoluzione dei problemi. Ovviamente la scelta di un sindaco donna, come quella di un sindaco uomo, deve essere oculata, giusta, azzeccata per Siracusa e per le sue emergenze che sono ormai troppe, insomma non ci possiamo più permettere una bella faccia e tanta aria fritta.

Ci sono già candidati e ricandidati per le Regionali: Vinciullo, Cafeo, Nicastro, Gennuso junior, Bandiera. Ci hai fatto anche tu un pensierino?

Ma nemmeno per idea. Questi candidati, e altri già in corsa, bastano e avanzano. Io penso alla mia città e voglio fare qualcosa per la mia città. Con il massimo impegno e con tanta voglia di far bene. Io amo Siracusa, per me non è solo una questione di politica.

Il Comune continua disinvoltamente a perdere finanziamenti, l’ultimo di 1,6 milioni per le famiglie bisognose

Ormai a Siracusa lo sanno tutti. Purtroppo per l’incompetenza di chi ci amministra questo è il risultato, perdiamo fondi già acquisiti per incuria, dabbenaggine. Sul piano generale possiamo dire che sindaco e giunta sono di fatto una dittatura amministrativa che ha persino lottato per non far rientrare i consiglieri comunali, un fatto incredibile, orrendo dal pòunto di vista della democrazia rappresentativa. Sono soli al comando e non riescono nonostante ,la dittatura di fatto a portare avanti una politica di interventi che risponda ai bisogni della povera gente. E i più fragili sono proprio quelli che pagano sempre le conseguenze di una gestione che sconosce i bisogni veri di tanti siracusani.

Il sindaco del cga è assente su tutto: sul nuovo ospedale, sul covid, sul maltempo, sull’occupazione, sui servizi. Secondo te, precisamente qual è il suo lavoro?

Non lo chiedere a me. La tua domanda fa già il punto? Cosa fa l’attuale sindaco? La risposta è non pervenuto!!!

Va detto che a Siracusa sul dosaggio dell’informazione abbiamo anticipato tutti!!!

Sono state dette e scritte tante falsità. Leggiamo di presunti successi, di impegni eccezionali di questo o di quello per poi apprendere che si tratta solo di falsità e la dimostrazione sta nel fatto che siamo ultimi in tutto. Insomma, ci prendono in giro e basta puntando sul fatto che “tanto i siracusani dimenticano tutto”.

Che Natale sarà quello di quest’anno? Come si festeggerà il Capodanno?

Intanto spero che non sarà un Natale in lockdown . E già questo sarebbe un successo visto che arriverebbe un po’ di ossigeno anche per la nostra economia. Sono quindi convinto che on bisogna mai abbassare la guardia ed attenerci alle indicazioni che arrivano dalle massime autorità sanitarie del nostro Paese.

Da siracusano verace hai una proposta per far uscire la nostra amatissima città dalla palude in cui è ormai prigioniera da nove anni?

Da siracusano che ama la sua città dico che ci vorrebbe una cura “alla Draghi”. Quindi una forte strategia di rilancio che ci porti fuori dalla palude economica e sociale nella quale siamo precipitati. Ci sono risorse europee che rientrano nelle nostre possibilità progettuali. Ci vorrebbe una strategia per un Progetto Siracusa portato avanti dalle istituzioni purtroppo dormienti. Comunque e subito.