Privacy Policy CARMELA PETRALITO: NIENTE DANNOSE POLEMICHE, LAVORIAMO TUTTI INSIEME – I Fatti Siracusa

CARMELA PETRALITO: NIENTE DANNOSE POLEMICHE, LAVORIAMO TUTTI INSIEME

Carmela Petralito sindaca di Pachino, non ha fatto in tempo a dire che sarà la sindaca di tutti che sono arrivate le prime polemiche per la questione delle indennità

Questa dell’ indennità più che una polemica è un immotivato strascico di una campagna elettorale infuocata, arrivata dopo un lungo commissariamento. Se fossero stati previsti, come sarebbe stato ovvio, i fondi in bilancio per le indennità, non sarebbe nato alcun polverone.

I bambini e i cittadini fragili sono il suo primo impegno. Spieghi

Il grado di civiltà di una città si evidenzia proprio dall’attenzione che viene riservata alle persone più fragili: disabili, anziani non autosufficienti, bambini.

Ha partecipato ad un convegno su legalità e burocrazia trasparente. E’ un segnale preciso?

Tutta la mia azione è incentrata sul pieno e indiscusso rispetto della legalità. Pachino è un Comune sciolto per mafia e i miei concittadini hanno pagato molto caro questo scioglimento.

Il Comune di Pachino è economicamente in difficoltà come tantissimi altri comuni. Per ripartire dopo la lunga sosta commissariale occorrono anche i volontari, tanti volontari

Il mio Comune è in dissesto fin dal 2019. Speriamo di chiudere entro un tempo ragionevolmente breve questa fase, che ha provocato danni molto pesanti a famiglie e imprese locali incolpevoli. Il ruolo del volontariato è importante, io stessa vengo da quel mondo ma deve essere il Comune, l’amministrazione a dimostrare di sapere fare, senza ricorrere ai volontari per coprire inadempienze. Col volontariato avremo quindi sempre un rapporto di massima collaborazione, per perseguire insieme finalità condivise.

Con gli anziani quale sarà il rapporto: università della terza età, centri di aggregazione non bastano. Una persona a 70-75 anni è attiva e quindi..

Credo moltissimo nell’invecchiamento attivo. La nostra tradizione culturale è quella dei nostri anziani, laboriosi da sempre, che curano ancora personalmente il loro pezzo di terra.

Qual è la situazione delle scuole e degli asili nido a Pachino? Qual è il suo programma

Anche in questo settore si scontano pesanti ritardi di anni. Pur con ristrettezze economiche davvero incredibili, metteremo in atto tutte le azioni che servono. Stiamo lavorando giorno per giorno, in silenzio ma con tenacia e contiamo di poter fornire risposte adeguate.

Marzamemi è un fiore all’occhiello di Pachino, ma è evidente che occorre programmare, intervenire strutturalmente in alcuni casi

Concordo appieno. Per il prossimo anno puntiamo a mettere ordine: partendo dalla regolamentazione del traffico alla gestione del suolo pubblico. Siamo anche fiduciosi in una presenza costante e vigile delle forze dell’ordine.

Anche nella prossima estate ci saranno incontri, scontri e polemiche sulla mancanza dell’acqua?

Il maltempo ha provocato la rottura di una condotta di importanza fondamentale nei pressi del Tellaro. Da soli non abbiamo la forza di affrontare un investimento di svariate centinaia migliaia di euro e facciamo quindi affidamento su fondi esterni.

Per il rilancio di Pachino occorre una volontà comune, coi partiti, coi sindacati..

Ho concluso la mia campagna elettorale citando il proverbio: se vuoi andare veloce corri da solo ma se vuoi andare lontano cammina insieme agli altri. Sarebbe oltremodo dannoso per il futuro della gente di Pachino, della mia gente, disperdere energie in polemiche fini a se stesse, che danneggerebbero tutti, nessuno escluso.

Assuma pubblicamente un impegno coi pachinesi su un problema specifico che lei risolverà

Il mio obiettivo è quello di valorizzare la  vocazione naturale della mia gente, che nel passato ha sempre dimostrato di saper superare, con determinazione e impegno, qualsiasi difficoltà. Voglio mettere le basi per una città amica della famiglia. Pachino ripartirà, non ho dubbi.