Privacy Policy EDY BANDIERA: SIRACUSA E' UNA CITTA' ALLA DERIVA. DOBBIAMO RIPARTIRE DA ZERO – I Fatti Siracusa

EDY BANDIERA: SIRACUSA E’ UNA CITTA’ ALLA DERIVA. DOBBIAMO RIPARTIRE DA ZERO

Edy Bandiera, Siracusa va sempre peggio. Ormai le notizie negative per la città sono a cadenza quotidiana. Cosa si può fare per fermare questa brutta china?

E sì, purtroppo Siracusa va sempre peggio.

Ce lo dicono tutti gli indicatori nazionali su economia e qualità della vita, ma soprattutto me lo dicono decine e decine di cittadini che incontro quotidianamente e che mi pongono la tua stessa domanda. Che si può fare? O meglio, che si può fare per mandare a casa questa amministrazione? Temo si possa fare davvero poco. È una minestra insipida che ci dobbiamo sorbire fino alla scadenza del mandato di questo Sindaco. Per il dopo però la responsabilità è di ognuno di noi e di ogni cittadino. Questa città non si può più permettere di sbagliare.

Da nove anni la città non ha un governo trasparente, prima le elezioni con le firme false e poi con i brogli elettorali

Io, di questa città, da tempo, ho la sensazione di una città non amministrata. Alla deriva. Non si realizza nulla, in nessun ambito, e ciò che ancora più grave è che non si programma nulla. E quando mancano programmi e progetti, questo nulla ci accompagnerà per molto tempo ancora,  perché, nella norma, occorrono anni per realizzare, quando parti da zero. Per una città con le potenzialità come la nostra è un vero delitto.

Forza Italia non partecipa ala politica locale e regionale. Oltre ai comunicato mensili di Alicata leggiamo di probabili candidati sindaco e all’autorità portuale. Si direbbe che pensate solo al potere

Forza Italia e lo possiamo vedere quotidianamente dai media, attraverso l’opera e l’intelligenza politica del nostro coordinatore regionale, Gianfranco Miccichè, è centrale nella politica regionale ed è centrale nel dibattito che vede come tema le prossime elezioni regionali. Impossibile pensare ad un candidato presidente vincente, nel centro destra, senza mettere al centro di ogni progetto di coalizione Forza Italia. Questo è noto anche a livello nazionale e la recente cena Miccichè-Renzi, con Miccichè invitato da Renzi, ne è solo un esempio. Non ci può essere presidente della Regione senza che Forza Italia lo voglia. Personalmente seguo, interagisco costantemente con il partito regionale e sono presente nei momenti che contano. In merito ai desiderata/posizioni di potere, non mi pare di aver letto di particolari richieste, da parte di esponenti del mio partito. Poi, magari qualcuno ha qualche desiderio legittimo, ma purtroppo un desiderio è un desiderio e non è mai un diritto.

A livello locale, Bruno Alicata non fa mancare le giuste critiche e il suo pungolo nei confronti dell’amministrazione comunale di Siracusa, ma chiaramente e ormai da tempo, i numeri e le dinamiche territoriali non sono di tenore pari quelle regionali. Neanche lontanamente.

Occorrerà cambiar qualcosa?

La realtà vera sono le maglie nere per Siracusa in tutte le classifiche, poi ci sono il sindaco del cga e qualche assessore del cga che dicono che va tutto bene

Un vero peccato queste maglie nere ed è assurdo perché amministrare da soli, senza opposizione, senza dover perdere tempo a mediare e convincere, senza dover subire ricatti di natura politica, che sappiamo esistere, se si è bravi, diventa molto più facile. Peccato!