Privacy Policy LO STRANO CASO DELLA CONFRATERNITA, ABUSIVA ALL'INTERNO DELLA SCUOLA DI CASSIBILE – I Fatti Siracusa

LO STRANO CASO DELLA CONFRATERNITA, ABUSIVA ALL’INTERNO DELLA SCUOLA DI CASSIBILE

Il 30 giugno dell’anno scorso la dirigente comunale competente invitò la confraternita Misericordia di Cassibile a lasciare i locali del II Istituto comprensivo di Cassibile per sistemare gli stessi tenendo conto della pandemia Covid e quindi per poter iniziare regolarmente le lezioni. La stessa dirigente diede tempo alla Misericordia fino al 31 luglio 2020 per abbandonare lo spazio di cui disponeva all’interno della scuola di Cassibile e in caso contrario autorizzò l’ufficio di edilizia scolastica ad entrare immediatamente in possesso dei locali. Oggi è passato più di un anno e la Misericordia, pur non facendo attività, è rimasta all’interno del Comprensivo di Cassibile. Non solo, ma sembrerebbe che ci sia una sorta di custode/factotum che addirittura dormirebbe all’interno della scuola stessa utilizzando quindi servizi pubblici. Va aggiunto che l’assessore competente, Rita Gentile, si è distratta e non ha fatto rispettare quanto disposto dal dirigente comunale. I motivi di tutte qujeste anomalie quali sono? Anche nel 2021 a Cassibile si faranno le lezioni con locali scolastici nella disponibilità di una confraternita che non esercita più nessuna attività, come dimostra il mezzo abbandonato che pubblichiamo nella foto?