SPERPERI PER IL VERDE: MA COME QUARZO AMMINISTRATE LA CITTA’ ?

Il Comune per il verde pubblico ha affidato ad alcune aziende un appalto da 16 milioni di euro che copre tutto il territorio urbano. Siracusa quindi dovrebbe essere una bomboniera ed invece c’è mezza città che lamenta degrado, trascuratezza, erbacce un po’ dovunque, insomma la cura del verde non è la migliore possibile. Per quanto riguarda il diserbo, che dovrebbe essere competenza della Tekra, il Comune ha già affidato a ditte terze l’incombenza con ulteriori costi. Ad esempio, oltre a quello già avvenuto in passato, nelle scorse settimane è stata affidata ad un’altra ditta, per un costo di 15mila euro, la pulizia della pista ciclabile, del Bosco delle Troiane, delle vie Latomia del Casale e Reimann. Lunedì infine, come comunica l’assessore Gradenigo (il più grande distruggitore di alberi mai avuto a Siracusa),  inizierà la pulizia delle strade, affidata a “Isola verde” per altri 70mila euro. La domanda è: A che quarzo servono le varie ditte che hanno avuto in appalto il verde e perché il diserbo non viene eseguito dalla Tekra come prevede il capitolato. Insomma, la valanga di milioni per appalti settennali, di verde e rifiuti, a cosa servono se poi si spendono altri soldi pubblici per affidare a terzi lavori di loro competenza? In subordine, sindaco e assessore del cga come quarzo amministrate la città di Siracusa?