“ITALIA E’ UN CAPOLAVORO DI INEFFICIENZA, FA SOLO NOMINE AGLI AMICI, A DISCAPITO DELLA COMPETENZA”

Silvia Russoniello, parlami del tuo lavoro. Ho seguito la tua rabbia e la decisione forzata di rinunciare visti i mancati ristori. Oggi cosa è cambiato..

Oggi non è cambiato nulla, ho chiuso definitivamente la mia attività e, purtroppo, in Italia c’è stata un’ecatombe per la mia categoria. Siamo stati tagliati fuori da tutti i primi ristori, questo ha significato non poter più riuscire a pagare i costi di gestione (utenze, affitti ecc.). La rabbia poi ha preso il sopravvento quando lo Stato ha elargito i ristori che sono serviti, come a molte altre attività, a pagare solo le tasse; invece di annullarle il Governo le ha solo posticipate. Non ci volevano “geni della finanza” per capire che sarebbe stato vitale, per tutte le categorie, eliminare ogni balzello per almeno un anno. Si raggiunge il grottesco quando l’ex-ministro Speranza (fortunatamente ex) ha considerato la nostra categoria “non essenziale” in spregio anche alla nostra Costituzione che sancisce il lavoro come un diritto! Vorrei ricordare a chi ci ha governato nell’ultimo anno che non ci sono lavori essenziali o non essenziali; tutti i lavori sono dignitosi se ti permettono di poter mantenere la famiglia. Qualche politico “poco esperto”, che ha tentato di speculare su quanto ho esternato allora, dovrebbe vergognarsi per avere volutamente lasciato fraintendere il mio sfogo.    

Parliamo di Siracusa. Oggi anno di grazia 2021, mese di febbraio. Come siamo messi?

Direttore, se ti dico che la città è totalmente abbandonata a se stessa, secondo te sto esagerando? L’amministrazione che guida Siracusa è indegna! Sono siracusana e ho ricordi più o meno buoni di molti sindaci, ma questo, è assolutamente incapace di dirigere un’amministrazione comunale. Ti faccio solo un piccolissimo esempio…. Non passa giorno, da un anno a questa parte, che tutti i Sindaci d’Italia sono in diretta con i propri concittadini per dare informazioni sulla pandemia. Ti ricordi un solo giorno nel quale l’attuale Sindaco ha dato informazioni? Tutti i Sindaci d’Italia fanno sentire ai Cittadini la vicinanza dell’amministrazione, non solo a parole ma con i fatti. Per quanto riguarda invece Siracusa silenzio assoluto. Per non andare troppo lontano, basterebbe portare ad esempio il Sindaco DE LUCA di Messina, che possa piacere o meno, che si possano condividere o meno i suoi metodi,  si è battuto contro tutto e tutti per la sua città. Il nostro primo cittadino si batte per potere partecipare ai tagli di nastro dei centri commerciali… Siracusa è acefala. 

Qual è la cosa che ti fa arrabbiare di più fra le cose che l’amministrazione nullista non  fa?

Se ti dovessi elencare cosa non va, non basterebbero 30 pagine del tuo giornale. Se però dovessi pensare a cosa mi fa arrabbiare davvero ti direi l’arroganza di questa inconcludente e poltronara  amministrazione che non ha saputo programmare il futuro di questa Città. Mi spiace ma non ricordo in vita mia una Siracusa così mal ridotta ed ignorata dall’amministrazione pubblica. Come siracusana questo mi ferisce. 

L’impressione che il sindaco del cga sia fuori tema è ormai dilagante a Siracusa. La città affonda fra covid, disoccupazione, strade/trazzere, inquinamento e lui mette le foglie al Talete, due cessi per 125mila euro al molo Sant’Antonio, dipinge le strisce non ciclabili, insomma quarzate mentre continua a perdere finanziamenti già acquisiti per incompetenza e nullismo

Hai profferito la parola chiave, “incompetenza” e aggiungo io “totale”; il nullismo è solo una conseguenza di quest’ultima. Tutto questo accade perché non si ha idea di che significhi programmazione. Questa amministrazione, vive alla giornata, non ha un’idea di sviluppo! Un vero amministratore, capace, invece progetta il suo territorio per i prossimi 20 anni, cerca di creare le condizioni per portare lavoro, sviluppo e servizi. In pratica pensa in grande, ma deve conoscere tutte le realtà, non vivere nella bambagia e con il paraocchi. 

E’ possibile che da qui a non molto torni in Consiglio comunale. Lo scioglimento infatti  sarebbe una cavolata della Regione…

Sinceramente,  ci credo poco, anche alla luce dell’ultima sentenza che ha riguardato il Comune di Sciacca. La legge regionale è assurda; il Consiglio Comunale, che è l’organo preposto al controllo dell’operato dell’amministrazione, è obbligato ad approvare il bilancio, pena lo scioglimento! Ma ti sembra logico? Oltretutto, nonostante abbia più volte sollecitato interventi, non ho avuto alcun riscontro da nessun deputato dell’Ars, neanche quelli più vicini a me come estrazione. A parole tutti i deputati interpellati hanno sottolineato l’assurdità di questa legge ma mai nessuno poi ha fatto passi per portare in aula le modifiche necessarie per evitare scempiaggini.

Silvia Russoniello, sei già stata al Vermexio un consigliere molto attento e affidabile. Oggi potresti anche essere arrabbiata visto che proprio il sindaco del cga ce l’ha messa tutta per non riavere il Consiglio comunale

Ad un sindaco del genere, ovviamente, non conviene avere un consiglio comunale perché così non ha più l’organo di controllo. Con la sua amministrazione può fare ciò che vuole e comunque anche quando c’era il consiglio comunale, raramente, seguiva l’indirizzo dato dal civico consesso.

 Abbiamo fatto le nostre abituali 100 telefonate per sapere cosa ne pensano i siracusani dell’attuale Giunta. Quasi l’80 per cento parla di esecutivo scarso e incompetente..

Mi verrebbe voglia di chiedere ma di quale giunta avete chiesto? Siracusa ha una giunta? Comunque non mi sorprende che vi abbiano risposto così! Questa città ha bisogno di ben altro! Anche se un paio di assessori hanno mostrato buona volontà, questo non basta perché la mano destra non sa cosa fa la mano sinistra, tutto a discapito dei cittadini. Da quel che mi risulta questa amministrazione sembra essersi specializzata in nomine ad amici e affini proprio nei settori strategici a discapito della competenza. Il risultato è, purtroppo, fin troppo evidente. 

 Il teatro comunale di nuovo chiuso..

 Il teatro comunale nuovamente chiuso? Spero solo dipenda dal COVID-19 altrimenti, come cittadina, dovrei ingoiare un altro rospo amaro. Come ho accennato precedentemente anche qui si vede il livello programmatico di questa amministrazione. Nessuno sa niente, tutto tace, nessuna informativa.

 Nessuno vede che ormai si rivolgono alla Caritas migliaia di siracusani e che altri migliaia hanno perso il lavoro, si riparla del centro congressi di cui si scriveva già 40 anni fa..

Non porrei la questione in tali termini. Penso, invece, che il problema sia ben noto, solo che ci si affida sempre più spesso alla Caritas e alle associazioni di volontariato che operano sul territorio; è più conveniente e ai quali dobbiamo dire grazie per ciò che fanno. A tal proposito aggiungerei, però un “VERGOGNA!”. L’amministrazione dovrebbe assolvere al suo ruolo! Non è tollerabile quello che è successo con i buoni spesa o altre misure a sostegno dei cittadini…Questa amministrazione è stata un capolavoro di inefficienza tra ritardi e disorganizzazione degli uffici competenti. Ma si sa, il pesce puzza dalla testa…

 Se tu fossi sindaco per un mese cosa faresti subito, quale sarebbe la tua emergenza?

Mi inviti a nozze… Ebbene, vorrei conoscere la vera pianta organica del Comune con le reali mansioni di ciascun dipendente, convocherei tutti dirigenti e, come avrei fatto se fossi stata eletta, organizzerei immediatamente una squadra di esperti di ogni settore (infrastrutture, ambiente, etc…) sotto Assessori che sappiano cosa fare e conoscano veramente le problematiche del territorio per rivedere il Piano Regolatore (che è scaduto) e progettare, progettare, progettare. Oggi senza progetti non è possibile recuperare fondi… Solo con i fondi, europei, statali, regionali, si possono far partire nuovi cantieri e sbloccare i vecchi; tutto questo si tradurrebbe in lavoro. Siracusa e i siracusani hanno bisogno di questo, di lavoro e servizi. Questa è la vera emergenza. Sarò ripetitiva…guarda cosa ha fatto, ad esempio, il Sindaco di Messina appena insediato. Ha messo al lavoro squadre di tecnici per progettare infrastrutture scolastiche e nel giro di un anno e mezzo ha ottenuto finanziamenti per decine e decine di milioni di euro per ben 48 istituti scolastici tra nuovi e vecchi da adeguare alle vigenti normative. Oppure guarda cosa ha fatto, nel suo settore, in due anni, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare della Sicilia Occidentale, sta rivoluzionando tutto il sistema portuale da Palermo a Trapani….

Direttore, ho solo in testa una cosa, la programmazione.