Privacy Policy CANI RANDAGI ATTACCANO I CITTADINI SULLA PISTA CICLABILE, L'ASSESSORE IMBELLE SI DIMETTA – I Fatti Siracusa

CANI RANDAGI ATTACCANO I CITTADINI SULLA PISTA CICLABILE, L’ASSESSORE IMBELLE SI DIMETTA

Rep: Anche questa mattina, un branco di cani randagi, così come è possibile vedere dal filmato allegato e della foto allegate, ha attaccato i cittadini che si erano recati a correre sulla pista ciclabile “Rossana Maiorca”, nel tratto che collega il Monumento ai Lavoratori in Africa con l’ingresso lato Targia. Lo dichiarano Vincenzo Vinciullo, Fabio Alota, Mauro Basile e Salvatore Castagnino.
Dalle immagini, è possibile vedere e notare come i cani si lanciano in gruppo contro colui che sta percorrendo la pista e solo il suo coraggio e la forza d’animo gli ha salvato la vita, impedendo ai cani di attaccarlo.
Nel caso contrario, oggi avremmo assistito ad un’ennesima disgrazia nella nostra città.
E’ chiaro che i cani non hanno alcuna responsabilità.
La responsabilità, hanno proseguito Vinciullo, Alota, Basile e Castagnino, è sia di quei cittadini che, a suo tempo, hanno abbandonato al loro destino questi animali, quanto dell’Amministrazione Comunale che, incurante dei pericoli che corrono tutti i giorni i cittadini, rimane indifferente nella più assoluta incapacità di affrontare e risolvere il problema.
Ed allora, siccome questi signori amministratori vengono profumatamente pagati ogni 27 del mese dai cittadini siracusani e di conseguenza devono fare il loro dovere ed adempiere alla loro funzione in virtù dello stipendio ricevuto mensilmente, chiediamo da subito le dimissioni dell’assessore al ramo che non è riuscito a risolvere la questione e a lui, fin da adesso, hanno concluso Vinciullo, Alota, Basile e Castagnino, vanno addebitate insieme alla Giunta tutte le responsabilità, non solo politiche, nel caso in cui dei cittadini dovessero essere azzannati dai cani lasciati liberi di fare quello che vogliono lungo la pista ciclabile.

Condividi questo Articolo